James O'Connor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
James O’Connor
James O'Connor 2011 cropped.jpg
O’Connor durante la Coppa del Mondo di rugby 2011
Dati biografici
Nome James D. O’Connor
Paese Australia Australia
Altezza 177 cm
Peso 84 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Utility back
Franchigia Rebels Rebels SANZAR
Carriera
Attività di club¹
2008-11 Western Force Western Force 39 (306)
2012- Rebels Rebels 8 (85)
Attività da giocatore internazionale
2008- Australia Australia 37 (208)
Palmarès internazionale
3º posto RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 2011

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 30 settembre 2012

James D. O’Connor (Gold Coast, 5 luglio 1990) è un rugbista a 15 australiano, utility back del Western Force; ricopre i ruoli di centro e, specialmente in Nazionale, estremo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Gold Coast, nel Queensland, O’Connor compì gli studi elementari ad Auckland, in Nuova Zelanda, Paese di nascita dei suoi genitori[1][2]; tornato in Australia all’età di 11 anni[1] compì gli studi superiori a Brisbane. Provenendo i suoi nonni dal Sudafrica, ed essendo i suoi genitori neozelandesi, O’Connor aveva la possibilità di scegliere di affiliarsi, in alternativa a quella australiana, per una a scelta delle federazioni dei due citati Paesi[1], ma fin dal 2006 optò per quella del suo Paese di nascita venendo schierato per gli Australian Schoolboys, nonostante una lesione alla milza che rischiò di pregiudicarne la carriera già a 16 anni[3].

Esordì da professionista a 17 anni nelle file del Western Force di Perth nel corso del Super 14 2008, divenendo così il più giovane giocatore debuttante del torneo[4]; alla fine della stagione la squadra gli rinnovò il contratto per un’altra stagione con un’opzione per il 2010[4].

A novembre 2008, a 18 anni e quattro mesi, esordì anche negli Wallabies a Padova contro l’Italia, e singolarmente furono di nuovo contro l’Italia le sue due successive partite internazionali, nel giugno 2009 a Canberra, dove marcò le sue prime mete per l’Australia, tre, e a Melbourne.

Titolare fisso in Nazionale da allora, prese parte ai Tri Nations 2009, 2010 e a quello, vittorioso, del 2011; prima di tale torneo era stata già resa nota la fine del contratto con il Western Force e l’ingaggio nella franchise dei Melbourne Rebels[5]. Prese inoltre parte alla Coppa del Mondo di rugby 2011 in Nuova Zelanda, dove gli Wallabies giunsero terzi.

Nel 2012, a causa di un nuovo infortunio, questa volta al fegato, occorsogli ad aprile durante un incontro di Super Rugby contro gli Waratahs[6], è stato costretto a saltare tutti gli incontri di metà anno della Nazionale[6] e anche il Championship (nuovo nome del Tri Nations).

O’Connor vanta anche un invito nei Barbarians in occasione dell’incontro di fine tour 2010 contro il Sudafrica a Twickenham[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Robert Kitson, Rugby World Cup 2011: Wallabies play on New Zealand’s darkest fears in the Guardian, 12 ottobre 2011. URL consultato il 30 settembre 2012.
  2. ^ (EN) Georgina Robinson, O’Connor schools himself in old memories in The Sydney Morning Herald, 15 settembre 2011. URL consultato il 30 settembre 2012.
  3. ^ (EN) Iain Payten, James O’Connor gunning for a gold jersey in The Sunday Telegraph (Sydney), 20 maggio 2012. URL consultato il 2 ottobre 2012.
  4. ^ a b (EN) Justin Chadwick, Western Force re-sign James O’Connor in The Sydney Morning Herald, 19 giugno 2008. URL consultato il 2 ottobre 2012.
  5. ^ (EN) Lucy Rickard, James O’Connor walks out on the Force in The Sydney Morning Herald, 15 giugno 2011. URL consultato il 2 ottobre 2012.
  6. ^ a b (EN) Leo Schlink, Rebel James O’Connor’s ruled out of Tests in The Daily Telegraph (Sydney), 22 maggio 2012. URL consultato il 2 ottobre 2012.
  7. ^ (EN) Brendan Gallagher, Australia’s James O’Connor signed up by Barbarians for Springboks game in Daily Telegraph, 1º novembre 2010. URL consultato il 2 ottobre 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]