James Hilton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Statuetta dell'Oscar Oscar alla migliore sceneggiatura non originale 1943

James Hilton (Leigh, 9 settembre 1900Long Beach, 20 dicembre 1954) è stato uno scrittore e sceneggiatore britannico.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato nel Lancashire, suo padre, John, era un insegnante e si trasferì con la famiglia a Londra dove James frequentò varie scuole prima di iscriversi alla Leys School di Cambridge. Contribuì nella pubblicazione della rivista della scuola e successivamente, mentre era uno studente non laureato di diciassette anni del Christ's College di Cambridge, uno dei suoi articoli fu accettato dal Manchester Guardian. Il suo primo romanzo, Catherine Herself fu pubblicato nel 1920 mentre doveva ancora laurearsi.

Negli anni trenta Hilton si consolidò come sceneggiatore a Hollywood, divenendone una figura popolare: Frank Capra, Ronald Colman e Greer Garson si annoveravano tra i suoi amici.

Tra i suoi romanzi più celebri si ricordano Goodbye, Mr. Chips del 1938, oggetto di una fortunata riduzione cinematografica, Addio, Mr. Chips!. Un particolare interessante è il fatto che per scrivere questo romanzo abbia impiegato solo quattro giorni. Scrisse anche i famosi romanzi Orizzonte perduto (Lost Horizon) del 1933, trasposto in un celebre film omonimo di Frank Capra nel 1937, e Prigionieri del passato (Random Harvest) del 1941, da cui è tratto il film omonimo dello stesso anno.

Vinse un Oscar alla migliore sceneggiatura non originale nel 1943 per il film La signora Miniver (Mrs. Miniver, 1942).

Opere[modifica | modifica sorgente]

(parziale)

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

(parziale)

Soggetto[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 36944583 LCCN: n81004128