James Hamilton (politico 1869)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sua Grazia
Il Duca di Abercorn
KG, KP, PC

Governatore dell'Irlanda del Nord
Durata mandato 1922–1945
Capo di Stato Giorgio V
Edoardo VIII
Giorgio VI
Predecessore Nuovo ufficio
Successore Il Conte Granville
James Hamilton, III duca di Abercorn
Duca di Abercorn
In carica 1913 –
1953
Predecessore James Hamilton, II duca di Abercorn
Successore James Hamilton, IV duca di Abercorn
Nome completo James Albert Edward Hamilton
Nascita Hamilton Place, Londra, 30 novembre 1869
Morte Londra, 12 settembre 1953
Sepoltura Baronscourt, contea di Tyrone
Dinastia Hamilton
Padre James Hamilton, II duca di Abercorn
Madre Lady Mary Anne Curzon-Howe
Consorte Lady Rosalind Bingham

Lord James Albert Edward Hamilton, III duca di Abercorn (Londra, 30 novembre 1869Londra, 12 settembre 1953), è stato un politico britannico, governatore dell'Irlanda del Nord.

Sfondo ed educazione[modifica | modifica sorgente]

Nato a Hamilton Place, Piccadilly, a Londra, era il figlio primogenito di James Hamilton, II duca di Abercorn, a sua volta figlio di James Hamilton, I duca di Abercorn e discendente di una delle più antiche famiglie nobili irlandesi (anche se il capostipite di quel ramo della famiglia Hamilton, parenti dei duchi di Hamilton, aveva origini scozzesi); suo padrino al battesimo fu il Principe di Galles, il futuro Edoardo VII del Regno Unito, mentre la madre era Lady Mary Anna Curzon-Howe, quarta figlia di Richard Curzon-Howe, I conte di Howe; alla sua nascita ebbe il titolo di Lord Paisley.

Hamilton fu educato all'Eton College, e successivamente entrò nel Royal Inniskilling Fusiliers come sottotenente, passando poi al 1st Life Guards, uno dei più prestigiosio reggimenti dell'esercito britannico, con il quale fu trasferito come maggiore nell'Irlanda settentrionale.

Carriera politica[modifica | modifica sorgente]

Lasciato l'esercito, si candidò alle elezioni generali del 1900 come deputato unionista per Londonderry City e tre anni dopo divenne Tesoriere delle Household succedendo a Victor Cavendish, IX duca di Devonshire, occupando un posto di grande importanza dell'amministrazione Balfour nonostante la sua giovane età. Nel 1885 aveva acquisito, ereditandolo dal padre, il titolo di Marchese di Hamilton, titolo che mantenne fino al 1913, quando, alla morte del padre, divenne Duca di Abercorn ed ottenne il seggio ereditario presso la Camera dei Lord. Fece parte dell'opposizione al governo liberale e nello stesso 1913 divenne governatore dell'Irlanda settentrionale, il primo a ricoprire questa carica. Fu anche Lord Intendente del Tyrone dal 1917 alla sua morte e fu anche Lord Intendente della Contea di Donegal per un certo periodo.

Hamilton divenne rappresentante ufficiale del re del Regno Unito nell'Irlanda settentrionale fino al 1928, quando si ritirò momentaneamente a vita privata; nel 1931 declinò l'offerta dell'incarico di governatore generale del Canada, ma tre anni dopo fu nuovamente confermato governatore dell'Irlanda settentrionale, carica che mantenne fino al luglio 1945, quando consegnò le sue dimissioni e si ritirò dall'attività politica.

Il duca di Abercorn fu creato cavaliere dell'Ordine di San Patrizio nel 1922 e sei anni dopo divenne cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera. Nel 1929 gli fu tributata una laurea onoraria dalla Queen's University di Belfast e nel 1945 la Royal Victoria Chain, entrando a far parte come membro onorario del Consiglio Privato di Sua Maestà Britannica.

Di lui gran parte dei politici britannici dell'epoca, tra i quali Stanley Baldwin e lo stesso David Lloyd George, entrambi primo ministro del Regno Unito, ebbero un'ottima opinione, descrivendolo come la tipica immagine dell'aristocratico britannico: cortese, generoso, impeccabile, grande gentiluomo, pieno di tatto e dai modi galanti, buon cavallerizzo ed ottimo cacciatore. Lodato per il suo tatto politico, fu probabilmente il più amato dei governatori dell'Irlanda settentrionale, riuscendo anche a suscitare le simpatie di alcuni cattolici per la sua tolleranza.

Famiglie e figli[modifica | modifica sorgente]

Il 1 novembre 1894 aveva sposato nella St. Paul's Church di Knightsbridge Lady Rosalind Cecilia Caroline Bingham (1869-1958), unica figlia di Charles Bingham, IV conte di Lucan (1830-1914)e della moglie Lady Cecilia Catherine Gordon-Lennox (1838-1910), figlia di Charles Gordon-Lennox, V duca di Richmond; ebbero tre figlie e due figli:

  • Lady Mary Cecilia Rhodesia Hamilton (1896-1984), sposò nel 1917 il maggiore Robert Orlando Rudolph Kenyon-Slaney (1892-1965), con il quale divorziò nel 1930, sposato Sir John Gilmour, II baronetto; con il primo marito ebbe due figli e una figlia, e con il secondo una sola figlia.
  • Lord Claud David Hamilton (1907-1968), fu barrister dell'Inner Temple e nel 1946 sposò Genesta Mary Heath, della quale divenne il terzo marito; non ebbero figli.

James Hamilton, III duca di Abercorn morì a Londra nel 1953 e fu inumato a Baronscourt nella Contea di Tyrone.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze britanniche[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera
Cavaliere dell'Ordine di San Patrizio - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di San Patrizio
Cavaliere di Grazia e Giustizia del Venerabile Ordine di San Giovanni - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Grazia e Giustizia del Venerabile Ordine di San Giovanni

Onorificenze straniere[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Salvatore - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Salvatore