James Emanuel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

James Emanuel (Nebraska, 15 giugno 1921Parigi, 28 settembre 2013[1]) è stato un poeta statunitense. È ritenuto uno dei migliori[2][3] e ciononostante più trascurati poeti viventi,[4] ha pubblicato oltre 300 poesie, 13 volumi, un’antologia di letteratura afroamericana e un’autobiografia. Gli è accreditata anche la creazione di un nuovo genere letterario, jazz-and-blues haiku, spesso letto con accompagnamento musicale.[5]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato in Nebraska nel 1921, Emanuel ha passato la giovinezza nelle terre dell’ovest, facendo molti lavori diversi. A vent’anni, è entrato a far parte dell’esercito, prestando servizio come segretario di Benjamin O. Davis, Sr.[5] Dopo il congedo, ha studiato alla Howard University e si è laureato alla Northwestern University (Master of Arts) e alla Columbia University (Ph.D.). in seguito si è trasferito a New York City, dove ha insegnato al City College of New York e dove ha inserito lo studio della poesia afroamericana. Emanuel ha lavorato anche come editore, iniziando a pubblicare una raccolta di poesie di Langston Hughes, che considerava un mentore.[6]

Emanuel ha insegnato anche all’Università di Tolosa (1968-1969), di Grenoble e di Varsavia. Attualmente vive a Parigi, Francia.

Scritti[modifica | modifica sorgente]

Poesia[modifica | modifica sorgente]

Emanuel è poeta, accademico e critico. Come poeta, ha pubblicato oltre 300 poesie e 13 libri. È considerato uno dei migliori poeti del tempo, benché sia sconosciuto ai più.[2] I critici hanno suggerito alcuni motivi per cui ciò avviene, tra i quali il fatto che Emanuel componga gran parte dei suoi scritti con uno stile tradizionale, che non viva più negli Stati Uniti.[7] Gli inoltre accreditata l’invenzione di un nuovo genere letterario, jazz-and-blues haiku, che ha letto con accompagnamento musicale in Europa ed Africa.[5] Per questa sua creazione è stato premiato con il Sidney Bechet Creative Award nel 1996. Ha vinto anche il Dean's Award for Distinguished Achievement nel 2007, conferitogli dalla Columbia University's Graduate School of Arts and Sciences,[8] il John Hay Whitney Award, il Saxton Memorial Fellowship, ed uno Special Distinction Award dal Black American Literature Forum.[9]

Critica e lettere[modifica | modifica sorgente]

Oltre alle sue poesie, Emanuel ha pubblicato anche (con Theodore Gross) l’antologia di letteratura afroamericana Dark Symphony: Negro Literature in America nel 1968. Era una delle maggiori raccolte di scritti di autori afroamericani.[6] Questa antologia, unita al lavoro di educatore di Emanuel, ha fortemente influenzato la nascita del genere letterario afroamericano.[6]

Nel 2000 una raccolta di lettere e scritti di Emanuel è stata messa nella Library of Congress. Tra queste, ci sono gli scambi epistolari tenuti con Gwendolyn Brooks, Ralph Ellison, Benjamin O. Davis, Ossie Davis, W.E.B. Du Bois e molti altri.[6]

Emanuel ha anche pubblicato cinque Broadside Critics (1971-1975) e scritto un gran numero di saggi. Tra i suoi altri lavori si trova inoltre un libro di memorie, The Force and the Reckoning, pubblicato nel 2001.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Langston Hughes (New York: Twayne)
  • Dark Symphony: Negro Literature in America with Theodore L. Gross (New York: Free Press)
  • The Treehouse and Other Poems (Detroit: Broadside Press)
  • Panther Man (Detroit: Broadside Press)
  • How I Write/2 con MacKinlay Kantor e Lawrence Osgood (New York: Harcourt Brace Jovanovich)
  • Black Man Abroad: The Toulouse Poems(Detroit: Lotus Press)
  • A Chisel in the Dark (Poems Selected and New) (Detroit: Lotus Press)
  • A Poet's Mind (New York: Regents)
  • The Broken Bowl (New and Collected Poems) (Detroit: Lotus Press)
  • Deadly James and Other Poems (Detroit: Lotus Press)
  • The Quagmire Effect
  • Whole Grain: Collected Poems, 1958-1989 (Detroit: Lotus Press)
  • De la rage au cœur con Jean Migrenne e Michel Fabre (Thaon, France: Amiot/Lenganey)
  • Blues in Black and White
  • Reaching for Mumia: 16 Haiku
  • Haiku for Ksenia Milicevic,Her Paintings,Paris 27.VI.1990
  • Jazz from the Haiku King
  • The Force and the Reckoning

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Addio a James Andrew Emanuel
  2. ^ a b Nebraska-Born Poet Finds Fame Overseas by Avishay Artsy, Nebraska Public Radio interview with Emanuel, accessed May 6, 2006.
  3. ^ Interview with James Emanuel by Dan Schneider, Cosmoetica, reference to wording of Dean's Award for Distinguished Achievement received by James Emanuel in 2007 from Columbia University's Graduate School of Arts and Sciences.
  4. ^ James Emanuel, a poet from afar..., African American Registry, accessed Nov. 29, 2007. This citation states, "In the annals of American poetry it is hard to picture a more neglected poet than James A. Emanuel."
  5. ^ a b c http://www.aaregistry.com/african_american_history/2738/James_Emanuel_a_poet_from_afar___ African American Registry Page on James Emanuel, 6 maggio 2006.
  6. ^ a b c d James A. Emanuel: A Register of His Papers in the Library of Congress, prepared by T. Michael Womack, Manuscript Division, Library of Congress, Washington, D.C., 2000. Accessed May 6, 2006.
  7. ^ The Not So Strange Emanuel Case by Dan Schneider, Cosmoetica, accessed May 6, 2006.
  8. ^ Interview with James Emanuel by Dan Schneider, Cosmoetica, accessed Sept. 30, 2007
  9. ^ http://www.terebess.hu/english/haiku/emanuel.html "James A. Emanuel's Haiku " in Terebess Asia Online, accessed Sept. 30, 2007.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 2484881 LCCN: n80010517