James Dalton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
James Dalton
Dati biografici
Paese Sudafrica Sudafrica
Altezza 178 cm
Peso 95 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Tallonatore
Ritirato 2003
Carriera
Attività di club¹
1996-2000 Cats Cats
2001-2002 Bulls Bulls
2003 Cats Cats
Attività da giocatore internazionale
1994-2002 Sudafrica Sudafrica 43 (25)
Palmarès internazionale
Vincitore RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 1995

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 24 settembre 2011

James Dalton (Johannesburg, 16 agosto 1972) è un ex rugbista a 15 sudafricano, tallonatore, campione del mondo 1995 con gli Springbok.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto a livello provinciale nel Transvaal, con cui disputava la Currie Cup, Dalton esordì in Nazionale nel 1994 a Port Elizabeth contro l'Argentina.

L'anno seguente fu convocato nella squadra che prese parte alla Coppa del Mondo di rugby 1995 che il Sudafrica vinse, ma fu costretto a saltare quasi tutto il torneo per squalifica: nell'incontro della fase a gironi contro il Canada fu infatti coinvolto in una rissa che valse a lui e ad altri due rugbisti canadesi un mese di sospensione[1].

Fu professionista nei Cats, oggi Lions, franchise di Super Rugby di Johannesburg, per poi passare nei Bulls nel 2000; assente dalla Nazionale dal 1998 in piena gestione Mallett, fu richiamato quasi 4 anni più tardi da Rudolf Straeuli nel 2002 per una serie di incontri (i test di metà e fine anno e il Tri Nations 2002)[2]; tuttavia quelli furono gli ultimi incontri internazionali in assoluto di Dalton, che nel 2003, tornato ai Cats, annunciò il suo ritiro dall'attività[3].

Vanta anche due inviti nei Barbarians nel 2000.

Nel 2007 fu accusato di aver tentato di uccidere la moglie (da cui divorziò in seguito nel 2009) affogandola nella vasca da bagno: nel 2010 è iniziato il processo a suo carico[4].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Owen Slot, Three are suspended after brawl in The Independent, 5 giugno 1995. URL consultato il 24-9-2011.
  2. ^ (EN) Dermot Rooney, Springboks' new look in Daily Telegraph, 6 giugno 2002. URL consultato il 24-9-2011.
  3. ^ (EN) Tearful Bullet Says Farewell to Rugby in All Africa, 2 aprile 2003. URL consultato il 24-9-2011.
  4. ^ (EN) James Dalton's attempted murder case postponed in Times Live, 3 marzo 2010. URL consultato il 24-9-2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]