Jake Weber (attore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jake Weber nel 2009

Jake Weber (Londra, 19 marzo 1964) è un attore britannico.

Tra il 2001 e il 2002, Weber fu un membro regolare del cast di The Mind of the Married Man della HBO e ha fatto una partecipazione in Law & Order: Criminal Intent della NBC e in NYPD Blue della ABC.

Ha interpretato in televisione il ruolo di Joe DuBois, l'amorevole marito della psichica Allison DuBois nella serie drammatica della NBC e CBS Medium.

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Londra, ha frequentato la Summerhill School, Leiston, Suffolk. Successivamente si trasferisce negli Stati Uniti per studiare al Middlebury College in Vermont, dove canta a cappella con i Dissipated Eight e si specializza in Letteratura inglese e scienze politiche, laureandosi cum laude. Ha frequentato anche la Juilliard, dove si è diplomato nel 1991.[1] Weber studiò anche al famoso Moscow Art Theatre in Russia.

Jake Weber apparve e fu intervistato nel documentario sul rock & roll del 2010, "Stones in Exile", che fu filmato nel 1971, dove disse che il suo ruolo principale era quello di rollare le canne di marijuana per i Rolling Stones e altri musicisti. Weber ha riferito secondo testimonianze che suo padre-spacciatore lo portò nella villa francese in affitto di Keith Richards, Nellcôte, sul lungomare di Villefranche-sur-Mer, vicino Nizza, dove gli Stones stavano registrando "Exile on Main Street".

Gran parte delle "Stones in Exile" viene da più di 20 ore di riprese dal documentario riguardo agli Stones poco conosciuto di Robert Frank "Cocksucker Blues", che non è mai stato ufficialmente rilasciato al pubblico.

Al festival del cinema di Cannes il 19 maggio del 2010, il leader dei Rolling Stones Mick Jagger ha parlato alla folla come parte della Directors' Fortnight al lancio di "Stones in Exile", circa i mesi di sessioni di registrazione alimentati di droga che produssero il classico dei Rolling Stones "Exile on Main Street". Jagger scherzò riguardo al filmato originale poco conosciuto nel quale si vede Jake Weber che rolla marijuana a otto anni, dicendo: "Non fa male essere un trafficante di droga", ma aggiunse: "Non è una vocazione raccomandabile per un bambino di otto anni."[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

I ruoli di Weber sono spesso piccole parti in film di serie A, iniziando dal ragazzo senza nome di Kyra Sedgwick in Nato il quattro luglio del 1989, diretto da Oliver Stone, e continuando con i lavori per i registi Sidney Lumet (Una estranea fra noi, 1992), Alan J. Pakula (Il rapporto Pelican, 1993) e Martin Brest (Vi presento Joe Black, 1998). Weber interpretò uno dei suoi ruoli maggiori come Dr. Matt Crower, un gentile medico che si prende cura di un giovane ragazzo e lo protegge da uno sceriffo posseduto in un corto di Shaun Cassidy, ma ben accolto, della serie drammatica soprannaturale American Gothic del 1995 della CBS. Il programma non durò a lungo e neppure la sticom di Mike Binder The Mind of the Married Man (2001), nel quale Weber era uno dei protagonisti, l'impiegato in una rivista di Chicago Jake Berman. Dopo il ruolo principale in Dawn of the Dead remake del film horror del 1978 Zombi, Weber vinse il ruolo di Joe Dubois nella serie televisiva Medium, il marito della protagonista (Patricia Arquette) tormentata da visioni psichiche e che usa la sua abilità per aiutare a risolvere i crimini.

Ha interpretato ruoli a Broadway[3] e off-Broadway.[4]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Weber nasce da Tommy e Susan Weber, e ha un fratello, Charley. Susan, a cui fu diagnosticata depressione e schizofrenia indotta da LSD, morì di overdose nel 1972, quando Jake aveva otto anni e viveva a Villa Nellcôte con i Rolling Stones. Tommy, che spacciava varie droghe e utilizzava i figli come corrieri nel narcotraffico internazionale, ha lottato con la tossicodipendenza fino alla sua morte nel 2006[5]. Jake Weber e la sua ragazza, Elizabeth Carey, hanno un figlio Waylon, nato nel 2006. Vivono a Los Angeles[6].

In un articolo del The Times del 20 maggio 2010, Weber ricorda che a otto anni suo "padre lo usò come corriere di droga per portare cocaina al matrimonio di Mick e Bianca Jagger." [7]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori Italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Jake Weber è stato doppiato da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ IMDb bio.
  2. ^ 'Stupid' Mick Jagger mouths off at Cannes.
  3. ^ Jake Weber's Internet Broadway Database entry. Retrieved 2010-01-16
  4. ^ Jake Weber's Lortel Archives Internet Off-Broadway Database entry. Retrieved 2010-01-16
  5. ^ Oliver Jones, INSIDE STORY: Medium Star Jake Weber's Rock 'N' Roll Childhood, People, Friday September 11, 2009 02:00 PM EDT.
  6. ^ Jake Weber and family. Retrieved 2010-04-15
  7. ^ Rolling Stones’ long party: documentary film tells of children

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 14985066 LCCN: no2001092700