Jacques Bainville

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jacques Pierre Bainville (Vincennes, Val-de-Marne, 9 febbraio 1879Parigi, 9 febbraio 1936) è stato un giornalista e storico francese. Autore di brillanti opere storiche, scrittore politico e commentatore di politica estera, fu eletto il 25 marzo 1935 membro per il seggio numero 34 dell'Académie français, ma morì prima di occuparlo.

Bainville fu un cattolico tradizionalista, di nette convinzioni monarchiche e nazionaliste, antiliberali e antidemocratiche. Seguace di Charles Maurras, egli fu, sin dalla fondazione, tra i più assidui collaboratori dell'Action Française, organo del movimento monarchico nazionalista propugnante una riforma della Francia in senso autoritario.

La sua profetica denuncia del Trattato di Versailles è contenuta nel celebre libro Les Conséquences Politiques de la Paix, apparso nel 1920 come complemento al libro di Keynes, The Economic Consequences of the Peace. Tale giudizio fu abbracciato retrospettivamente anche da Raymond Aron, secondo il quale Bainville vide giusto quando comprese con largo anticipo che le durissime condizioni economiche imposte alla Germania dal Trattato avrebbero provocato nei tedeschi il desiderio di vendicarsi, vista l'impossibilità di liquidare l'enorme debito di guerra deciso dai vincitori in non meno di 30 anni. Secondo Bainville, i responsabili furono il presidente USA Thomas Woodrow Wilson e il primo ministro britannico David Lloyd George che col loro moralismo naïf punirono oltremodo i nemici sconfitti, dimenticando gli imperativi della geo-politica. Ad esempio smembrando l'ex Impero d'Austria-Ungheria, che avrebbe potuto invece costituire un argine alle ambizioni continentali della Germania.


Opere tradotte in italiano[modifica | modifica wikitesto]

  • Jacques Bainville, Storia di Francia (Histoire de France), trad. Ugo Morinelli, Collezione Storia e vita n.13, Cappelli Editore, Bologna, 1928-1956.
  • id., Napoleone. La più autorevole biografia di Napoleone Bonaparte (Napoléon, Fayard, Paris, 1931), Prefazione di Patrice Gueniffey, trad. Massimo Giuffredi, Collana I Saggi n.309, Baldini Castoldi Dalai editore, Milano, 2006, ISBN 978-88-849-0920-6.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 6873 · LCCN: n79039865 · GND: 118656899 · BNF: cb118899182 (data)