Jacobo FitzJames Stuart, XV duca d'Alba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jacobo FitzJames Stuart, XV duca d'Alba e VIII duca di Berwick (Palermo, 3 giugno 1821Madrid, 10 luglio 1881) è stato un diplomatico e generale spagnolo.

Figlio di Carlos Miguel FitzJames Stuart, XIV duca d'Alba e di Rosalia Ventimiglia, dei Principi di Grammonte, discendeva per via paterna da Giacomo II d'Inghilterra.

Studiò all'Università di Salamanca e all'Accademia Militare di Toledo, uscendone con il grado di tenente di fanteria, comandò il corpo d'armata a Cuba nel 1855, con il grado di colonnello.

Nel 1858 divenne ambasciatore di Spagna a Roma e nel 1865 a Dresda, fino a quando nel 1870 fu richiamato in Spagna dal re che gli affidò l'incarico di segretario dell'ambasciata in Persia fino al 1876. Successivamente fu anche precettore di Alfonso XII di Spagna, impostando la sua educazione in modo liberale.[senza fonte]

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

María Francisca de Guzmán, detta Paca, moglie di Jacobo.

Jacobo, detto Jaime in famiglia, conobbe in gioventù due sue bellissime e lontane cugine, María Francisca (detta Paca) e María Eugenia de Palafox y Portocarrero de Guzmán y Kirkpatrick. Quest'ultima si innamorò perdutamente di lui, ma Jacobo non sembrava mostrare dei chiari sentimenti né per l'una, né per l'altra sorella; a quel punto intervenne la madre delle ragazze, la contessa di Montijo, che desiderava un matrimonio vantaggioso per la sua prediletta, la primogenita Paca. Il matrimonio tra Paca e Jacobo, celebrato a Madrid il 16 febbraio 1844, fu felice e ne nacquerò tre figli:

La cognata Eugenia, dapprima scossa per la delusione, trasformò il suo amore verso il duca d'Alba in sentimenti fraterni e la loro amiciza duro fino alla morte di quest'ultimo.[1] Nove anni dopo, il 30 gennaio 1853, Eugenia ascese al trono di Francia, sposando Napoleone III. La nuova imperatrice, estremamente legata alla sorella, acquistò per lei e il cognato una seconda casa sugli Champs-Élysées, in modo da poterli avere più vicini a sé. La vita di Jacobo e Paca si divise tra Madrid e Parigi fino alla morte della duchessa, avvenuta il 16 settembre 1860, a causa di un'imprecisata malattia spinale,[2] forse di origine tubercolotica. Paca aveva solo trentacinque anni. Da quel momento Eugenia si occupò dell'educazione delle sue due nipoti, che frequentarono la zia anche durante il suo esilio inglese (dopo la caduta del Secondo Impero).

Alla morte di Jacobo, come duca d'Alba e di Berwick gli succedette l'unico figlio maschio, il primogenito Carlos FitzJames Stuart, XVI duca d'Alba.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze spagnole[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro
Gran Croce dell'Ordine di Carlo III - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine di Carlo III
Cavaliere dell'Ordine Militare di Calatrava - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Militare di Calatrava

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dell'Immacolata Concezione di Vila Viçosa (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dell'Immacolata Concezione di Vila Viçosa (Portogallo)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Harold Kurtz, L'imperatrice Eugenia, pp. 34-36.
  2. ^ Desmond Seward, Eugénie. The Empress and her Empire, p.105.
Predecessore Duca d'Alba Successore Escudo del Ducado de Alba de Tormes.svg
Carlos, XIV duca d'Alba 1835-1881 Carlos, XVI duca d'Alba
Predecessore Duca di Berwick Successore COA Duke of Liria.svg
Carlos, VII duca di Berwick 1835-1881 Carlos, VI duca di Berwick
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie