Jack in the Box

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jack in the Box
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Tipo public company
Borse valori
Fondazione 1951 a Stati Uniti San Diego, CA, USA
Fondata da Robert Oscar Peterson
Sede principale Stati Uniti San Diego, CA, USA
Persone chiave
Settore ristorazione rapida
Prodotti
Fatturato Red Arrow Down.svg 2,2 miliardi di $ (2011)
Dipendenti 42.500 (2008)
Sito web www.jackinthebox.com

Jack in the Box è una azienda statunitense attiva nel settore della ristorazione rapida.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Robert O. Peterson nel 1941 fondò un drive in al 6270 di El Cajon Boulevard a San Diego di nome Topsy's e in seguito all'ottimo andamento degli affari decise di espandersi aprendo e acquistando altri locali, rinominandoli poi Oscar's. Fin dai primi anni Peterson volle dare ai suoi locali un tema giocoso e infantile, a tema circense, proprio a causa di questa scelta del fondatore nel 1951 il Topsy's originale di San Diego fu rinominato Jack in the Box. Fu proprio in questo locale dove per la prima volta venne utilizzato il sistema di utilizzare un interfono per consentire ai clienti all'inizio della fila di fare le ordinazioni e trovarle già pronte all'uscita. Grazie a questa invenzione la compagnia divenne presto popolare e Peterson utilizzò il nome Jack in the Box per continuare ad espandersi senza ricorrere al franchise fondando la Foodmaker Company per amministrare tutti i ristoranti della catena di sua proprietà; nel 1966 erano presenti 180 punti vendita e la società venne ribattezzata Foodmaker Inc..

Nel 1968 Peterson vendette la Foodmaker alla Ralston Purina che negli anni '70 fece crescere la compagnia con il metodo del franchise, aumentando considerevolmente il numero dei locali ma diminuendo il controllo diretto sulla qualità dei prodotti e del personale.

Dopo l'esplosione iniziale l'utilizzo del franchise fece perdere terreno alla Foodmaker, tuttavia in seguito a grandi campagne pubblicitarie televisive e riuscite strategie di marketing l'azienda si risollevò ma nonostante i profitti la Ralston Purina nel 1987 vendette l'intera catena al management che ne prese il controllo diretto per 655 milioni di dollari e la quotò in borsa.

Prodotti[modifica | modifica wikitesto]

Oltre ai classici prodotti tipici americani come hamburger e patate fritte Jack in the Box offre ai suoi clienti versioni americanizzate di piatti di altri paesi, soprattutto la cucina messicana come taco, burrito e jalapeño. Generalmente il menù viene rinnovato ogni tre o quattro mesi.

Diffusione[modifica | modifica wikitesto]

La società conta più di 2.200 locali in 21 stati degli USA

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]