Jack Vettriano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jack Hoggan, noto come Jack Vettriano (Methil, 17 novembre 1951), è un pittore scozzese di origini italiane, onorato da Elisabetta II d'Inghilterra con l'Ordine dell'Impero Britannico (OBE).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresce nella città industriale di Methil, Scozia. La sua è una famiglia povera: "dovevo dividere un unico letto con mio fratello maggiore" racconta; così il futuro artista è spinto a lavorare fin da ragazzino. Lasciati gli studi a 16 anni, diviene apprendista minerario e comincia a dipingere negli anni settanta con un set di acquerelli ricevuti in regalo per il suo ventunesimo compleanno.

I suoi primi quadri sono firmati Jack Hoggan e sono più che altro riproduzioni di impressionisti. Dopo quattordici anni riesce ad esibire le sue opere professionalmente. Nel 1988 si sente infatti pronto ad esibire i suoi quadri in pubblico e presenta due opere alla mostra annuale della Royal Scottish Academy. Entrambe vengono vendute il primo giorno della mostra e Vettriano riceve immediatamente numerose offerte da varie gallerie artistiche.

Il successo contribuisce al declino del suo primo rapporto coniugale e il pittore decide quindi di trasferirsi a Edimburgo, cambiando anche nome in Vettriano, derivazione dal cognome da nubile della madre, Vettraino, figlia di un emigrante italiano che agli inizi del '900 partì da Belmonte Castello nella Valle di Comino ( Frosinone), per andare a lavorare nelle miniere di carbone nel nord della Scozia.

Mostre e incassi[modifica | modifica wikitesto]

Le città di Edimburgo, Londra, Hong Kong, Johannesburg, e New York hanno ospitato numerose sue mostre. I suoi quadri ricordano il genere film noir, spesso con tematiche romantiche e nudi in primo piano.

I suoi lavori sono talvolta stati tacciati di populismo e definiti privi di immaginazione da alcuni critici d'arte. Vettriano è tuttavia uno dei pittori viventi più venduti internazionalmente.

I suoi originali vengono valutati altissime cifre, ma sembra che le sue riproduzioni guadagnino addirittura di più. Il quotidiano The Guardian afferma che l'artista incassi 500.000 sterline all'anno in soli diritti d'autore per riproduzioni tipografiche. La sua opera più famosa, The Singing Butler, ogni anno viene regolarmente riprodotta su biglietti d'auguri in Gran Bretagna e vende più di qualsiasi altro artista. In Italia, molte sue opere sono state riprodotte su copertine di libri di letteratura moderna.[1] Il 21 aprile 2004 l'opera originale de The Singing Butler è stata venduta all'asta per 744.500 sterline.

Nel novembre 1999, i lavori di Vettriano sono stati esposti per la prima volta a New York, esibiti alla International 20th Century Arts Fair.

Una serie di sue opere è stata venduta per un totale superiore al milione di sterline in agosto 2007. L'opera più costosa è stata Bluebird at Bonneville, comprata per 468.000 sterline all'asta di Sotheby's tenutasi in Scozia, presso il Gleneagles Hotel.

Vettriano mantiene laboratori d'arte in Scozia, Londra e Nizza. È stato rappresentato dalla Portland Gallery fino al 2007, suoi quadri sono stati acquistati da Jack Nicholson, Sir Alex Ferguson, Sir Tim Rice e Robbie Coltrane e altre importanti personalità. A tutt'oggi sono stati pubblicati cinque volumi sulla sua vita e opere, l'ultimo nel 2008 col titolo Studio Life.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cfr. specialmente Sellerio Editore e Mondadori, per es. la copertina del romanzo di Marco Malvaldi, La briscola in cinque, 2007 (che tra l'altro cita Vettriano nel testo, come uno dei pittori preferiti del protagonista principale), et al.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fallen Angels, Pavilion Books, 1999 (ISBN 978-1-86205-364-9)
  • Lovers and Other Strangers, a cura di Anthony Quinn, Pavilion Books, 2003 (ISBN 978-1-86205-630-5)
  • Jack Vettriano: A Life, testo di Anthony Quinn, Pavilion Books, 2004 (ISBN 978-1-86205-646-6). Un'edizione minore di questo libro è stata pubblicata nel 2007.
  • Studio Life, prefz. di Ian Rankin, fotografie di Jillian Edelstein, testo di Tom Rawstorne, Pavilion Books, 2008 (ISBN 978-1-86205-743-2)
  • Women In Love, prfaz. di Jack Vettriano
  • A Man's World, prefaz. di Jack Vettriano

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 47693939 LCCN: no96004180

pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura