Jack Miles

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jack Miles (Chicago, 1942) è uno scrittore statunitense vincitore del Premio Pulitzer per la biografia ed autobiografia. Le sue opere su temi religiosi, politici e culturali sono apparsi in numerose pubblicazioni come il The Atlantic Monthly, The New York Times, The Boston Globe, The Washington Post, ed il Los Angeles Times.

Miles descrive i suoi soggetti biblici né come divinità onnipotenti né come figure storiche, ma come protagonisti di un'opera letteraria. Il suo primo libro, Dio: Una biografia, vinse il Premio Pulitzer per la Biografia o Autobiografia nel 1996 aed è stato tradotto in sedici lingue. La sua seconda creazione, Cristo: una crisi nella vita di Dio, venne candidato come Miglior Libro dell'Anno (2002) da parte del New York Times.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Jack Miles era un seminarista Gesuita dal 1960 al 1970, studiando prima alla Xavier University di Cincinnati, poi a Roma nella Pontificia Università Gregoriana ed infine all'Università Ebraica di Gerusalemme completando inoltre un dottorato nel dipartimento di Lingue Mediorentali ad Harvard.[1] Parla fluentemente diverse lingue.

Durante circa un ventennio (1975-1995), Jack Miles fu editore al Doubleday, editore esecutivo alla University of California Press, editore letterario al Los Angeles Times e membro del consiglio editoriale del Times, specializzandosi in articoli di politica e cultura.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Jack Miles", upenn.edu

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 24716819 LCCN: n94067984