J.R. Smith

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
J.R. Smith
J.R. Smith Knicks.jpg
Smith con l'uniforme dei New York Knicks
Dati biografici
Nome Earl Smith III
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 198 cm
Peso 100 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Guardia
Squadra New York Knicks New York Knicks
Carriera
Giovanili
2000-2002
2002-2004
Lakewood High School
Saint Benedict's Prep High School
Squadre di club
2004-2006 N. Orleans Hornets N. Orleans Hornets 131 (1205)
2006-2011 Denver Nuggets Denver Nuggets 372 (5084)
2011-2012 Zhejiang G. Bulls Zhejiang G. Bulls
2012- New York Knicks New York Knicks 189 (2953)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 aprile 2014

Earl "J.R." Smith III (Freehold, 9 settembre 1985) è un cestista statunitense, professionista nella NBA con i New York Knicks.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

New Orleans Hornets[modifica | modifica wikitesto]

Nell'aprile 2004 decise di rendersi eleggibile per il draft NBA. Fu scelto come 18° nel primo giro dai New Orleans Hornets. Nella sua stagione da rookie concluse con 10,3 punti, 2 rimbalzi e 1,9 assist di media.

Nel 2005, da sophomore, vide incrementare le proprie medie, anche in conseguenza di un aumento del minutaggio; inoltre, partecipò alla NBA Slam Dunk Contest 2005, classificandosi al 3º posto, davanti al compagno di squadra Chris Andersen e dietro ad Amar'e Stoudemire e al vincitore Josh Smith. Da ricordare la "schiacciata dietro la schiena" realizzata da J.R. in quell'edizione della competizione.

Denver Nuggets[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 luglio 2006 si accasò ai Chicago Bulls, insieme a P.J. Brown, in cambio di Tyson Chandler.[1] Il 19 luglio fu scambiato nuovamente, stavolta con i Denver Nuggets, per la guardia Howard Eisley e due scelte al secondo giro del draft 2007.[2]

L'8 dicembre 2006, in concomitanza con la vittoria contro i Miami Heat, J.R. realizzò il suo "Career High" con 37 punti e con 7 tiri da 3 punti messi a segno, ognuno dei quali nei primi due quarti.

Il 16 dicembre 2006, fu coinvolto in una rissa nella gara contro i New York Knicks, ragion per cui saltò le successive 10 partite.

Il 2 febbraio 2007, J.R. e Carmelo Anthony furono coinvolti in un incidente stradale, senza gravi danni, riguardo al quale la società non ha dato informazioni dettagliate.

Il 20 febbraio 2007 si infortunò al ginocchio sinistro, al quale fu in seguito operato. Nella stagione NBA 2006-07 i Denver Nuggets riuscirono a qualificarsi per i play-off: durante questi ultimi, J.R. Smith fece le sue prime apparizioni in questo genere di gare, sentendo moltissimo la pressione. In stagione, aveva tirato con il 39% da tre punti; nei play-off, invece, sbaglia ogni suo tentativo da tre. È da aggiungere anche una serie di scelte sbagliate nei minuti concitati delle partite, in cui sbaglia una moltitudine di tiri, causando in parte l'eliminazione di Denver. Per questo fu duramente criticato, sia dalla stampa sia dal suo stesso coach, George Karl.

Il 13 aprile 2009 contro i Sacramento Kings J.R mette a segno il suo Career High con 45 punti e 11 tiri da 3 su 18 tentati.[3]

L'esperienza in Cina ai Zhejiang Golden Bulls[modifica | modifica wikitesto]

J.R. Smith durante il lockout va a giocare ai Zhejiang Golden Bulls in Cina nella Chinese Basketball Association (CBA).[4][5] Quando ricomincia la Regular Season in NBA, egli però non ritorna ai Denver Nuggets,a causa di una clausola nel contratto che lo lega fino alla fine del campionato cinese. Il 1 febbraio 2012, Smith ha fatto 60 punti in una vittoria per 122-110 sul DoubleStar Qingdao.[6] Due giorni dopo, Smith avrebbe finito per segnare 41 punti in una vittoria stretta per 119-115 sul Lions Shandong.[7] Ha vinto il premio di giocatore straniero della settimana[8] ed è stato selezionato per i Southern All-Stars per il CBA All-Star game, anche se non giocò a causa di "motivi personali".[9][10] Tuttavia, egli non portò Zhejiang Golden Bulls ai Playoffs CBA 2012, in quanto la squadra è stata eliminata nello spareggio per la qualificazione ai play off.

New York Knicks[modifica | modifica wikitesto]

A gennaio viene ingaggiato da free agent dagli ambiziosissimi New York Knicks di Carmelo Anthony, Amar'e Stoudemire, Tyson Chandler e della nuova stella Jeremy Lin, allenati da Mike D'Antoni, che lo ha voluto fortemente.[11] Sceglie la maglia numero 8. Fa il suo debutto il 19 febbraio al Madison Square Garden, sotto gli occhi dei suoi nuovi tifosi, contro i Dallas Mavericks, campioni in carica, di Dirk Nowitzki (che segnerà 34 punti); inizia dalla panchina, ma entra già nel primo quarto mettendo a segno 3 triple consecutive, J.R. concluderà la partita con 15 punti.[12] Conclude la regular season con di media 12,5 punti, 3,9 rimbalzi e 2,4 assist in 27,6 minuti giocati. Nonostante le ottime prestazioni della squadra, vengono eliminati al primo turno dei Playoffs dai futuri campioni, i Miami Heat di LeBron James.

Gioca la stagione 2012-13 da sesto uomo giocando 80 partite tutte da subentrato, e mettendo a referto 18,1 punti di media (career-high), 3,9 rimbalzi e 2,4 assist in 33,5 minuti a partita (carrer-high), con un season-high di 37 punti segnati il 29 marzo contro gli Charlotte Bobcats. Inoltre l'11 aprile 2013 mette a segno il suo career-high di rimbalzi contro i Chicago Bulls, riuscendone a catturare 14. Grazie alle sue ottime prestazioni viene premiato con il titolo di Miglior sesto uomo dell'anno e, con l'aiuto del Top scorer NBA Carmelo Anthony, riesce a far vincere il titolo di division alla franchigia di New York (con un record di 54 vittorie e 28 sconfitte), titolo che mancava dalla bacheca dei Knickerbockers dalla stagione 1993-1994. Nonostante tutto ancora una volta vengono eliminati ai play-off, questa volta da Indiana.

Il 4 luglio 2013 rinnova con i Knicks. Nel settembre 2013 viene squalificato dalla NBA per essere risultato positivo alla cannabis.

Il 7 Aprile 2014 nella partita esterna contro i Miami Heat realizza il record di tutti i tempi NBA per numero di triple tentate, lasciandone partire 22 (segnandone 10), batte il precedente record stabilito da Damon Stoudamire che ne aveva tirate 21.[13]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Ha un career-high di 45 punti, realizzato contro i Sacramento Kings il 13 aprile 2009.
  • Ha un career-high di 9 assist, realizzato contro gli Orlando Magic il 5 aprile 2012.
  • Ha un career-high di 14 rimbalzi realizzato contro i Chicago Bulls il 11 aprile 2013.
  • Ha un career-high di 5 palle rubate realizzato sei volte.
  • Ha un career-high di 3 stoppate realizzato contro i Toronto Raptors il 16 gennaio 2005.
  • Ha un career-high di 11 triple messe a segno in una sola partita realizzato contro i Sacramento Kings il 13 aprile 2009.
  • Ha un career-high di 43 minuti giocati realizzato due volte.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hornets Acquire Tyson Chandler
  2. ^ Nuggets Acquire J.R. Smith from Bulls
  3. ^ Smith knocks down franchise-high 11 3's as Nuggets lock up Northwest title. Associated Press. April 13, 2009. Accessed April 13, 2009.
  4. ^ J.R. Smith to play in Chinese league in ESPN.com, ESPN Internet Ventures, 14 settembre 2011. URL consultato il 14 settembre 2011.
  5. ^ Xiaochen Sun, Import business thriving in ChinaDaily.com.cn, China Daily Information Co, 15 settembre 2011. URL consultato l'11 ottobre 2011.
  6. ^ European Basketball Main Page - EUROBASKET
  7. ^ European Basketball Main Page - EUROBASKET
  8. ^ 篮协公布CBA第二周MVP 许钟豪JR-史密斯当选_网易体育
  9. ^ CBA全明星首发名单:王治郅票王 JR马布里入选
  10. ^ JR确定不参加CBA全明星 常规赛结束后将返回美国_网易体育
  11. ^ KNICKS ACQUIRE J.R. SMITH
  12. ^ NBA - Lin trascina NY coi Mavs, Durant fa 51 - Yahoo! Eurosport
  13. ^ NBA - Il record di JR è specchio di una brutta New York, yahoo eurosport, 7 aprile 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]