Júlio César de Andrade Moura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Julinho
Dati biografici
Nome Júlio César de Andrade Moura
Nazionalità Brasile Brasile
Perù Perù (dal 1996)
Altezza 170 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Ritirato 2000
Carriera
Squadre di club1
1982-1983 Vitoria Vitória  ? (?)
1984-1986 Flamengo Flamengo 0 (0)
1987 Avai Avaí  ? (?)
1988-1989 Treze Treze  ? (?)
1990 Fortaleza Fortaleza  ? (?)
1991-1992 Defensor Lima Defensor Lima 59 (17)
1993-2003 Sporting Cristal Sporting Cristal 299 (118)
Nazionale
1996-1997 Perù Perù 12 (2)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Júlio César de Andrade Moura, detto Julinho (Salvador, 31 ottobre 1965), è un ex calciatore brasiliano naturalizzato peruviano, di ruolo attaccante.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Giocava come attaccante o come trequartista; dotato di una tecnica affinata e di buona velocità, aveva anche discrete doti realizzative.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Julinho iniziò a giocare in Brasile, nel suo Stato d'origine, Bahia: militò, ancora molto giovane, nel Vitória. Dal 1984 al 1986 fece parte della rosa del Flamengo, ma non debuttò mai in partite ufficiali. Nel 1987 si trasferì nello Stato di Santa Catarina, firmando per l'Avaí; nel biennio 1988-1989 giocò per il Treze. L'ultima esperienza in Brasile la fece nel 1990: giocò con il Fortaleza, nello Stato di Ceará. Nel 1991 lasciò il suo Paese natale, trasferendosi in Perù: lì trovò un ingaggio nel Defensor di Lima, formazione della capitale. Alla sua prima stagione giocò 34 partite, segnando 8 reti; nell'annata seguente realizzò 9 gol in 25 incontri. Segnalatosi per le sue abilità tecniche, fu messo sotto contratto dallo Sporting Cristal per volontà dell'allenatore Roberto Challe: firmò inizialmente un biennale.[1] Segnò il suo primo gol nel nuovo club il 13 marzo 1993 contro la sua ex squadra, il Defensor.[1] Julinho divenne uno dei migliori giocatori del campionato peruviano,[1] di cui fu capocannoniere nel 1995, con 23 gol in 34 presenze. Nel 1999 superò quota 100 gol con lo Sporting Cristal; si ritirò nel 2003, dopo aver vinto 4 titoli nazionali in 11 stagioni.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Nel 1996 Julinho si naturalizzò peruviano, così da poter giocare in Nazionale.[1] Debuttò con il Perù il 7 luglio 1996,[2] nella partita contro l'Argentina valida per le qualificazioni al campionato del mondo 1998. Il 10 novembre segnò la sua prima rete: al 21º minuto realizzò il gol del provvisorio 2-0 contro il Venezuela, sempre nell'ambito delle qualificazioni al Mondiale; la gara finì 4-1. Il 20 agosto 1997 marcò il suo ultimo gol in Nazionale, nuovamente contro il Venezuela, a Barinas. L'ultima partita del torneo di qualificazione a Francia 1998 fu anche l'ultima di Julinho con il Perù: dopo la gara con il Paraguay del 16 novembre, infatti, il brasiliano non fu più convocato.[2]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Sporting Cristal: 1994, 1995, 1996, 2002

Individuale[modifica | modifica sorgente]

1995 (23 gol)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e (ES) Daniel Peredo, Cuando Julinho llegó para quedarse. URL consultato il 25 giugno 2012.
  2. ^ a b (EN) José Pierrend, Peru - Record International Players, RSSSF. URL consultato il 25 giugno 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]