Jörg Breu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bernardo di Clairvaux segue la crocefissione.

Jörg Breu il Vecchio (Augusta, 1475Augusta, 1537) è stato un pittore tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si formò artisticamente nella sua città e nella sua prima opera ufficialmente documentata, l'altare raffigurante Storie di Cristo del 1501 (abbazia di Herzogenburg) conservò elementi pittorici tipicamente svevi.

In quegli anni il pittore soggiornò in Austria per un viaggio di studio.

Nel 1502 rientrò ad Augusta, dove iniziò a svolgere la carriera di maestro d'arte.

Intorno al 1508 si trasferì in Italia e due anni dopo realizzò l'altare con Storie di Maria, che presentò qualche accostamento allo stile di Holbein il Vecchio.

Altare di Aggsbacher.

Dal 1512 Breu, con la Vergine e Santi, evidenziò influenze di Burgkmair che lo accompagneranno per tutto il resto della carriera.[1]

Un secondo viaggio italiano, effettuato nel 1514, si tradusse nel Sansone e sulla facciata del Municipio di Augusta.

Verso il 1520 il pittore eseguì le ante di organo nella chiesa di Sant'Anna dove echeggiarono alcuni elementi del Dürer.

Altare di Bernhard: scene di lavoro monacale.

Dopo una serie di opere intermedie, quali la Lucrezia del 1528, negli ultimi anni di carriera, Breu ritornò sugli affreschi senza trascurare le celebri xilografie, abitualmente con tematiche militaresche e prese in prestito dalla letteratura, come nell'esempio della Cronaca delle donne famose.

Suo figlio, Jörg Breu il Giovane (1510-1547 seguì le orme del padre divenendo un noto xilografo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Le Muse", De Agostini, Novara, 1964, Vol.II, pag.419

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 29688598 LCCN: n83154061