Józef Bilczewski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Tutto il suo servizio pastorale può essere riassunto con le parole del Salmo: ‘Lo zelo per la tua casa mi divora’ »
(Papa Giovanni Paolo II.)
San Józef Bilczewski
Bilczewski-KatedraLacinska-Lwow.jpg
Arcivescovo
Nascita 1860
Morte 1923
Venerato da Chiesa cattolica
Beatificazione 26 giugno 2001 da papa Giovanni Paolo II
Canonizzazione 23 ottobre 2005 da papa Benedetto XVI
Ricorrenza 20 marzo
Józef Bilczewski
arcivescovo della Chiesa cattolica
Józef Bilczewski.png
ArchbishopPallium PioM.svg
Incarichi ricoperti Arcivescovo di Leopoli
Nato 26 aprile 1860 a Wilamowice
Ordinato presbitero 6 luglio 1884
Nominato arcivescovo 17 dicembre 1900 da papa Leone XIII
Consacrato arcivescovo 20 gennaio 1901 dal vescovo Jan Maurycy Pawel Puzyna de Kosielsko (poi cardinale)
Deceduto 20 marzo 1923 a Leopoli

Józef Bilczewski, in ucraino Йосип Більчевський, Josyp Bilčevskij (Wilamowice, 26 aprile 1860Leopoli, 20 marzo 1923), è stato un arcivescovo cattolico polacco, venerato come santo dalla Chiesa cattolica dal 23 ottobre 2005.

Vita[modifica | modifica sorgente]

Nato da una famiglia di contadini, essendo il primo di nove figli, dovette alternare gli studi classici presso il liceo di Wadowice al lavoro dei campi in aiuto alla famiglia. Nel 1880 entrò nel seminario diocesano di Cracovia e fu ordinato sacerdote nel 1884.

Studiò teologia a Vienna, Roma e a Parigi, laureandosi nel 1890; tornato in Polonia, insegnò teologia presso l'Università di Cracovia, quindi dogmatica presso l'Università di Leopoli, di cui divenne anche Rettore. Da esperto archeologo, suoi anche vari studi e ricerche sulle catacombe di Roma.

Il 17 dicembre 1900 fu nominato arcivescovo di Leopoli di rito latino con il consenso dell'imperatore Francesco Giuseppe d'Asburgo.

Molto legato alla Sede Apostolica, si dedicò alla diffusione del culto mariano anche attraverso l'organizzazione del 1º Congresso Mariologico in Polonia nel 1904.

Morì tra l'affetto della sua diocesi il 20 marzo 1923.

Genealogia episcopale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 54952333 LCCN: n99017072