Ivo Hélory

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sant'Ivo (Yves) Hélory de Kermartin
Sant'Ivo in un dipinto di Rogier van der Weyden
Sant'Ivo in un dipinto di Rogier van der Weyden

Sacerdote

Nascita 17 ottobre 1253
Morte 19 maggio 1303
Venerato da Chiesa cattolica
Canonizzazione 26 giugno 1347 da papa Clemente VI
Ricorrenza 19 maggio
Patrono di Giudici, avvocati

Ivo Hélory (Minihy-Tréguier, 17 ottobre 1253Minihy-Tréguier, 19 maggio 1303) è stato un presbitero francese, proclamato santo da papa Clemente VI il 26 giugno 1347.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da una famiglia di condizione agiata, studiò filosofia e teologia a Parigi e poi diritto romano e canonico a Orléans. Esercitò l'avvocatura a Rennes e Tréguier. Nel 1284 fu ordinato sacerdote e svolse il suo ministero presso le comunità di Trédrez e Louannec.

Si distinse per la sollecitudine verso i poveri, che difendeva gratuitamente nei processi. Fece erigere un ospedale a Louannec.

Culto[modifica | modifica wikitesto]

Papa Clemente VI lo proclamò santo nel 1347: è patrono della Bretagna e degli avvocati; è titolare della chiesa di Sant'Ivo alla Sapienza e di quella di Sant'Ivo dei Bretoni a Roma.

La sua memoria liturgica ricorre il 19 maggio.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 8189650 LCCN: n82029211