Ivan Petrovyč Kotljarevs'kyj

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ivan Petrovyč Kotljarevs'kyj

Ivan Petrovyč Kotljarevs'kyj, in ucraino: Іван Петрович Котляревський? (Poltava, 9 settembre 1769 (c.g. 29 agosto) – Poltava, 10 novembre 1838 (c.g. 29 ottobre)), è stato uno scrittore, poeta e commediografo ucraino unanimemente considerato il padre della moderna letteratura ucraina.

Il suo Eneida (edito in italiano come Eneide travestita), parodia del poema epico Eneide di Virgilio è considerato il primo lavoro letterario pubblicato interamente in ucraino, linguaggio quotidiano di milioni di persone, ma ufficialmente non riconosciuto e scoraggiato nell'uso letterario dalla Russia imperiale. Le sue due commedie, a tutt'oggi dei classici: Natalka Poltavka (Natalka di Poltava) e Moskal'-Čarivnyk (Il mago di Mosca), hanno dato il via allo sviluppo del teatro e dell'opera nazionale ucraina. Kotljarevs'kyj era membro di una loggia massonica chiamata "Amore della verità[1] (Любов до істини).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sliusarenko, A.H.;Tomenko, M.V. Istoriia Ukrainskoi Konstytytsii,"Znannia", (Ucraina, 1993), ISBN 5-7770-0600-0 pag.38
Prima edizione dell'Eneida

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]