Ivan Iusco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ivan Iusco
Nazionalità Italia Italia
Genere Industrial
Musica elettronica
Colonna sonora
Periodo di attività 1983 – in attività
Etichetta Minus Habens records

Ivan Iusco (Bari, 4 settembre 1970) è un compositore, produttore discografico, regista italiano noto anche per le molte colonne sonore per film e documentari.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

'80/'90: Nightmare Lodge e la Minus Habens Records[modifica | modifica sorgente]

Ivan Iusco inizia la sua carriera di musicista nella scena dark wave barese dalla quale prenderà poi le distanze. Nel giugno del 1987 inizia la collaborazione con il bassista G. Mantelli e con il cantante B. Mazzilli con i quali forma la band Nightmare Lodge realizzando il primo demo dal titolo Big Mother In The Strain. Il gruppo avrà da qui in avanti numerosi cambi di formazione dovuti a dispute interne.

Nel frattempo, nel dicembre del 1987 fonda la sua etichetta discografica, la Minus Habens Records, con la quale dà il via alla pubblicazione su cassetta ed Lp di molti artisti della scena industrial e power electronics italiana ed estera. Fra questi Sigillum S, DsorDNE, F:A.R., The Grey Wolves, Big City Orchestra, Master/Slave Relationship, Muslimgauze, Deca, Capricorni Pneumatici, Tam Quam Tabula Rasa, M.T.T. Mauro Teho Teardo, Nurse With Wound, Ramleh, Pankow, Dive, Clock DVA ed altri.

Nel 1989 Nightmare Lodge, includendo alla voce la cantante romana M. Cioce, pubblicano il primo split album assieme a Lyke Wake.[1]

Assieme ai Nightmare Lodge, Ivan Iusco pubblicherà diversi album, in gran parte editi dalla sua etichetta, la Minus Habens Records, ma anche con etichette come la Ant-Zen, la Red Stream Inc o la SmallVoices.[2]

Il Cinema e le Colonne sonore[modifica | modifica sorgente]

Come compositore di colonne sonore per il cinema, la televisione, la pubblicità e la videoarte, inizia la sua carriera alla fine degli anni '90. Fin dal suo esordio in ambito cinematografico si è distinto a livello internazionale aggiudicandosi il premio "miglior colonna sonora" al Festival del Cinema di Valencia (Spagna) Mostra de València nel 2000 per le musiche del film culto pugliese LaCapaGira di Alessandro Piva. Successivamente per lo stesso regista ha composto le musiche del film Mio cognato ricevendo la candidatura Nastro d'argento alla migliore colonna sonora nel 2004. Ivan Iusco ha collaborato frequentemente con il regista Sergio Rubini componendo il tema del film L'Anima Gemella, la colonna sonora de L'amore ritorna e le musiche addizionali di Colpo d'occhio affiancando quelle del M° Pino Donaggio. Nel 2007 ha scritto le musiche del film campione di incassi Ho voglia di te del regista spagnolo Luis Prieto. Nel 1987 ha fondato l'etichetta discografica Minus Habens Records di cui è tuttora direttore artistico.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album di Ivan Iusco[modifica | modifica sorgente]

Compilation[modifica | modifica sorgente]

  • L'Album Di Colonne Sonore Più Bello del Mondo - Virgin 2001

con: Ennio Morricone, Brian Eno, Nicola Piovani, Andrea Guerra, Ivan Iusco, Carmen Consoli, Paolo Buonvino, Eugenio Bennato.

  • Millennium Manifesto - Genova Film Festival/Minus Habens Records 2004

con: Giuliano Taviani, Ivan Iusco, Paolo Fresu, Banda Osiris, Paolo Buonvino, Pivio e Aldo De Scalzi, Giovanni Venosta.

con: Ennio Morricone, Pino Donaggio, Pivio e Aldo De Scalzi, Ivan Iusco, Franco Piersanti, Andrea Guerra, Ezio Bosso, Carlo Siliotto.

Album con i Nightmare lodge[modifica | modifica sorgente]

  • 1991 - Asylum (Cassetta, Minus Habens records)
  • 1994 - Negative Planet (CD, Minus Habens records)
  • 1995 - Luminescence (CD, Minus Habens records)
  • 1997 - The Enemy Within (CD, Minus Habens records)
  • 1998 - Blind Miniatures (CD, Minus Habens records)
  • 2000 - Tentacled (CD, Red Stream Inc)
  • 1989 - The Oneiric Transgression / Noise And Dream (split con i Lyke Wake -Lp- Minus Habens records)
  • 1991 - Ice Skin / The Gospel According To The Men In Black (split con i Blackhouse -Lp- Minus Habens records)
  • 1999 - Syrena – Original Motion Picture Soundtrack (split con Paolo Bigazzi -CD- Minus Habens records)
  • 1997 - Nosferatu! (7", Ant-Zen)
  • 2003 - Nexus (7", SmallVoices)

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Regia[modifica | modifica sorgente]

  • "My Friend" di Ivan Iusco - Minus Habens Films, Italia 2012
  • "The Synth" di Ivan Iusco & Materia - Minus Habens Films, Italia 2010

Award Of Merit - Los Angeles Cinema Festival of Hollywood, U.S.A. 2011
Official Selection - Zero Film Festival, London, U.K. 2011
Selezione Ufficiale - Palazzo Delle Esposizioni, Roma, IT 2012

Videoarte e cortometraggi[modifica | modifica sorgente]

  • "The Empire Of R-Evolution" directed by Luca Curci, Italia 2011 - 54ª Esposizione Internazionale D'Arte della Biennale di Venezia
  • "Zeleny Muz" (Green Man) directed by Jack Wareing, U.S.A. 2006
  • "Perotti Point" directed by Alessandro Piva & Collettivo Perotti, Italia 2006
  • "Impossible Garden" directed by Luca Curci & Fabiana Roscioli, Italia 2006
  • "Impossible Love" directed by Luca Curci & Fabiana Roscioli, Italia 2005
  • "Legamento" directed by Materia, Italia/Spagna 2004
  • "The Spy Inside Me" directed by Materia, Italia/U.K. 2002 - 60ª Mostra del Cinema Di Venezia

Colonne sonore[modifica | modifica sorgente]

Premi e candidature[modifica | modifica sorgente]

  • Award of Merit - Los Angeles Cinema Festival of Hollywood 2011
  • Premio Ombre Sonore del Mediterraneo - Teca del Mediterraneo / Consiglio Regionale Della Puglia 2009
  • Candidatura Diamanti al Cinema - Mostra del cinema di Venezia - per la colonna sonora del film “Ho Voglia Di Te” 2007
  • Premio M.E.I. Meeting Etichette Indipendenti per l'attività svolta in ambito cinematografico 2006
  • Riconoscimento Speciale al Festival di Ragusa per la composizione di colonne sonore 2004
  • Candidatura ai Nastro d'argento alla migliore colonna sonora per il film “Mio Cognato” 2004
  • Premi Miglior Colonna Sonora al Valencia film festival (Spagna) per il film “Lacapagira” 2000

Editoria[modifica | modifica sorgente]

Dal 1993 al 1998 ha diretto con Alessandro Ludovico la rivista italiana Neural dedicata a musiche di confine e new media art.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Breve storia dei Nightmare Lodge su Discogs
  2. ^ Discografia dei Nightmare Lodge su Discogs

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica