Ivan Galamian

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ivan Alexander Galamian (Tabriz, 23 gennaio 1903New York City, 14 aprile 1981) è stato un violinista iraniano, ritenuto uno dei più celebri pedagoghi del violino.

Nonostante la grande considerazione, sono pochi al mondo i violinisti che seguono il suo metodo d'insegnamento. Non è molto conosciuto nei vari Conservatori, anche se Itzhak Perlman, come molti altri, ha avuto la fortuna di avere questo grande violinista come Maestro.

Una delle frasi più conosciute e da lui usate era un detto di Seneca: "imperare sibi maximum est imperium" ("imperare se stessi è il massimo dei dominii"), frase incisa su una piccola targa che egli portava appesa nella cucina di Meadowmounth, la scuola estiva dei suoi allievi.Proprio questa è la frase che meglio esprime i principi della sua scuola del violino.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato nell'allora Persia il 23 gennaio secondo il vecchio calendario, il 5 febbraio secondo quello attuale, si reca a Mosca con la famiglia nel 1904, dove vi trascorre l'infanzia.

Nel 1919, a soli 16 anni, si diploma in violino nella Scuola della Società Filarmonica di Mosca, dove egli era studente della classe del professor Mostrass.

Nello stesso anno va a Parigi, dove studia privatamente con Lucien Capet (suggeritore della tecnica del "roulè", o arco rullato).

Dal 1925 al 1929 è membro della Facoltà nel Conservatorio Russo di Parigi.

Nel 1937 si reca negli Stati Uniti, dove si stabilisce e, nel 1941 si sposa a New York City con Judith Johnson.

Nel 1944 fonda i corsi estivi di violino a Meadowmounth, Westpourt (N.Y., vicino a Elizabethtown), e rimane direttore della scuola fino alla morte.

Sempre dal 1944 al 1981 è insegnante al Curtis Institute di Philadelphia, e dal 1946 fino alla sua scomparsa è insegnante anche alla Julliard School di New York.

Nel 1954 riceve la laurea ad honorem del Curtis Institute, nel 1966 ottiene quella dell'Oberlin College, nel 1968 quella del Cleveland College. Nel 1965 diventa membro onorario della Royal Academy of Music di Londra.

Nel 1981 muore a New York City.

Pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

Nel 1981 è stato pubblicato da Ricordi il libro Principi di tecnica e d'insegnamento del Violino/Principles of Violin Playing & Teaching, dove è contenuta tutta la spiegazione dettagliata della sua scuola dello strumento e tutto il lavoro compiuto durante la sua esistenza.

Controllo di autorità VIAF: 22330042 LCCN: n81132099