ItaloBrothers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
ItaloBrothers
Fotografia di ItaloBrothers
Paese d'origine Germania Germania
Genere Italodance
Hands up
Periodo di attività 2005 – in attività
Etichetta Zooland Records
Album pubblicati 1
Studio 1
Sito web

Gli ItaloBrothers sono un gruppo musicale dance e hands up proveniente da Nordhorn (Bassa Sassonia) e composto da tre giovani produttori tedeschi: Zacharias Adrian (DJ), Kristian Sandberg e Matthias Metten (cantante).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il cantante Matze si esibisce sul palco del Tunnel di Reggio nell'Emilia il 31 marzo 2012

Nel 2005, il produttore tedesco Zacharias Adrian e Matthias Metten decisero di riunire la loro energia, talento e passione. Dopo due lunghi anni di duro lavoro e di sperimentazione in studio, hanno fondato gli ItaloBrothers. Il primo assaggio a un pubblico più ampio è stato il rilascio del singolo "The Moon" nel 2005. L'anno successivo Zachi e il cantante e front man Matze pubblicarono "Colours Of The Rainbow", che ha attirato non solo l'attenzione dei fan, ma anche della Zooland Records, un'etichetta discografica con sede a Colonia di musica dance e house indipendente che lancia anche artisti di grande calibro, come per esempio Cascada o R.I.O. Poco dopo che era stato firmato il contratto nel 2006, le basi ormai erano state fissate e le cose cominciarono a progredire velocemente. Con la loro traccia successiva "Counting Down The Days" gli ItaloBrothers guadagnarono un preavviso internazionale. Stimolati e spinti da una rapida crescita fan-base Zachi e Matze iniziarono un primo tour dal vivo attraverso l'Europa, continuando a scrivere e produrre canzoni con il loro amico, il cantautore Kristian Sandberg. Non c'è da meravigliarsi che nel 2009 lo smash single "Stamp On The Ground" conquistò i club e soprattutto il Nord Europa (# 15 in Scandinavia), il brano rapidamente preso piede in tutta Europa e diffuse il suo stile energico verso il mondo della dance music.

Il 10 dicembre 2010 è uscito il loro primo album in studio intitolato Stamp!. Tra il 2009 ha ottenuto un discreto successo con i singoli Stamp on the Ground in Svezia, Norvegia e Danimarca[1] e Radio Hardcore, in Danimarca.[2]

Stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

Lo stile musicale degli "ItaloBrothers" è paragonabile ad artisti come Prezioso feat. Marvin, Floorfilla, Gigi D'Agostino o Gabry Ponte. Erroneamente gli "ItaloBrothers" vengono spesso considerati italiani, a causa del loro nome e del loro stile o anche scambiati per i Brothers, gruppo dance italiano.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Zacharias Adrian (DJ)
  • Kristian Sandberg (Produttore)
  • Matthias Metten (cantante)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2005 - The Moon
  • 2006 - Colours Of The Rainbow (Tune Up! vs. ItaloBrothers)
  • 2007 - Moonlight Shadow
  • 2007 - Counting Down The Days
  • 2008 - Where Are You Now?
  • 2009 - Stamp On The Ground
  • 2009 - So Small
  • 2010 - Love Is On Fire
  • 2010 - Radio Hardcore
  • 2011 - Cryin' In The Rain
  • 2011 - Boom! feat. Carlprit
  • 2012 - Pandora 2012
  • 2012 - My Life Is A Party
  • 2013 - This Is Nightlife
  • 2013 - Luminous Intensity
  • 2014 - Up'n away
  • 2014 - P.O.D.
  • 2014 - One Heart (feat. Floorfilla & P. Moody)

E.P.[modifica | modifica wikitesto]

  • 2007 - Counting Down the Days

Remix[modifica | modifica wikitesto]

  • 2006 - Cascada - Ready For Love (ItaloBrothers New Voc Rmx)
  • 2006 - Cerla Vs. Manian - Jump (ItaloBrothers New Voc Rmx)
  • 2007 - Floorfilla - Italodancer (ItaloBrothers New Voc Rmx)
  • 2007 - Manian - Turn the Tide (ItaloBrothers New Voc Rmx)
  • 2007 - Dan Winter & Mayth - Dare Me (ItaloBrothers New Voc Rmx)
  • 2013 - Young London - Let Me Go (ItaloBrothers Radio Edit)
  • 2013 - Manian - Saturday Night (ItaloBrothers Radio Edit)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stamp on the Ground su italiancharts.com. URL consultato il 10-01-2011.
  2. ^ Radio Hardcore su italiancharts.com. URL consultato il 10-01-2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica