Italioti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La Magna Grecia, la terra degli italioti

Italioti (in greco Ἰταλιώτης/Ἰταλιῶται) è il termine con cui i greci antichi indicavano i coloni di lingua greca che si erano stabiliti nella penisola italiana, cioè in Magna Grecia. Il termine non comprendeva i coloni stabilitisi in Sicilia, per i quali esisteva la denominazione di sicelioti (Σικελιώτης/Σικελιῶται). Entrambi i termini sono stati ripresi nella letteratura scientifica.

Con l'avvento della dominazione romana gli italioti erano distinti dai popoli italici autoctoni.

Il termine "italiota" (sostantivo ed aggettivo), viene spesso oggi usato ironicamente e polemicamente per descrivere il crasso nazionalismo italiano "romanocentrico" con l'ideologia che lo sottende, teso a schiacciare e negare le lingue e culture regionali della penisola italiana e la loro aspirazione all'autonomia identitaria. L'uso che se ne fa gioca sull'assonanza fra "italiano" e "idiota"[1].

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ad esempio: http://www.bruttastoria.it/dictionary/Italiota.html http://www.sardegnaeliberta.it/gli-italioti-sono-una-malattia-leggete-gesuino/