Italia ai campionati europei di atletica leggera 2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Squadra italiana ai campionati europei di atletica leggera 2010, che si sono tenuti a Barcellona dal 27 luglio al 1º agosto, era composta inizialmente da 70 atleti (40 uomini e 30 donne)[1], numero che passa poco dopo a un definitivo 73 (44 uomini, 29 donne).

È una spedizione numericamente inferiore solo a quella degli ultimi due campionati (Göteborg e Monaco di Baviera con rispettivamente 82 e 95 atleti). La portabandiera alla cerimonia d'apertura il 26 luglio è stata Antonietta Di Martino, il capitano è Nicola Vizzoni. Della squadra fanno parte 7 atleti esordienti agli Europei.

Prima di questa edizione dei campionati la squadra italiana aveva già conquistato un totale di 107 medaglie: 34 d'oro, 36 d'argento, 37 di bronzo. Nel 2010 non ottiene sul campo nessuna medaglia d'oro, ma ne conquista 4 d'argento e due di bronzo classificandosi all'ottavo posto nella classifica a punti grazie a 24 finalisti e 92 punti complessivi. La squalifica successiva delle due maratonete arrivate prima dà l'oro ad Anna Incerti nel 2012. Sarebbe stata la prima volta dagli Europei del 1958 che la squadra italiana non avrebbe conquistato nessuna medaglia d'oro. A questi risultati vanno aggiunti due podi nella Coppa Europa di maratona, sia femminile che maschile. Nell'edizione precedente, quella di Göteborg, la squadra azzurra aveva vinto tre medaglie ed ottenuto 19 finalisti per un totale di 62 punti.

Medagliere[modifica | modifica wikitesto]

Paese Oro Argento Bronzo Riepilogo
Italia Italia 2 3 1 6

La staffetta 4x100 corre in 38"17 battendo il primato nazionale che resisteva dai campionati del mondo di Helsinki 1983.

Finalisti[modifica | modifica wikitesto]

Convocazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 luglio 2010 il direttore tecnico Francesco Uguagliati ha diramato la lista degli atleti convocati per Barcelona 2010.

Gara Uomini Donne
100 m Fabio Cerutti
Simone Collio[2]
Emanuele Di Gregorio[2]
Manuela Levorato[2]
200 m Matteo Galvan[3] Giulia Arcioni[2]
400 m Andrea Barberi[3]
Claudio Licciardello[3]
Marco Vistalli[3]
Marta Milani[3]
Libania Grenot[3]
800 m Giordano Benedetti
Lukas Rifesser
Mario Scapini
Elisa Cusma
Daniela Reina[3]
1500 m Christian Obrist -
5000 m Stefano La Rosa
Daniele Meucci
Elena Romagnolo
10000 m Andrea Lalli
Daniele Meucci
Federica Dal Rì
110 m hs/100 m hs Stefano Tedesco Marzia Caravelli
400 m hs Giacomo Panizza Manuela Gentili
Salto in alto Filippo Campioli
Silvano Chesani
Marco Fassinotti
Antonietta Di Martino
Raffaella Lamera
Salto con l'asta Giuseppe Gibilisco
Giorgio Piantella
Elena Scarpellini
Salto in lungo Andrew Howe
Stefano Tremigliozzi
Emanuele Formichetti
-
Salto triplo Fabrizio Donato
Daniele Greco
Fabrizio Schembri
Simona La Mantia
Getto del peso - Chiara Rosa
Lancio del disco - Laura Bordignon
Lancio del martello Nicola Vizzoni Clarissa Claretti[4][5]
Silvia Salis
Tiro del giavellotto - Zahra Bani
20 km di marcia Ivano Brugnetti
Giorgio Rubino
Alex Schwazer
Sibilla Di Vincenzo
50 km di marcia Marco De Luca
Alex Schwazer
non in programma
Maratona Stefano Baldini
Ottaviano Andriani
Migidio Bourifa
Daniele Caimmi
Denis Curzi
Ruggero Pertile
Rosaria Console
Anna Incerti
Deborah Toniolo
4 x 100 m Roberto Donati
Giovanni Tomasicchio
Jacques Riparelli
Maurizio Checcucci
Audrey Alloh
Jessica Paoletta
Martina Giovanetti
Tiziana Grasso
4 x 400 m Luca Galletti
Domenico Fontana
Chiara Bazzoni
Maria Enrica Spacca
Elena Bonfanti

Inoltre, alla data iniziale delle convocazioni, sono stati considerati "atleti in verifica" (cioè che hanno ancora tempo per stabilire risultati da conferma): Diego Marani[6] (200 m), i tre ottocentisti qui sopra (800 m), Daniele Greco (salto triplo) e Gianluca Tamberi (tiro del giavellotto). Dopo la rinuncia di quest'ultimo, sono stati confermati gli ottocentisti e restava ancora da verificare la partecipazione di Greco per un problema al tallone[7], confermata pochissimo dopo[8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Barcellona, 70 azzurri agli Europei
  2. ^ a b c d Anche staffetta 4 x 100 m
  3. ^ a b c d e f g Anche staffetta 4 x 400 m
  4. ^ Rinuncia alla selezione poco dopo
  5. ^ Clarissa Claretti rinuncia agli Europei
  6. ^ Non più convocato, vedasi La Gazzetta dello Sport, martedì 20 luglio 2010, p. 23 , articolo: «È una 4x100 da Guerre Stellari»: "dopo il «no» al velocista Marani…".
  7. ^ Europei, ottocentisti confermati per Barcellona
  8. ^ Europei, anche Greco a Barcellona

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]