Istituto di diritto internazionale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Premio Nobel
Nobel per la pace
1904
Sessione della fondazione a Cracovia nel 2005

L'Istituto di diritto internazionale (Institut de droit international) è una fondazione creata per iniziativa del giurista belga Gustave Rolin-Jaequemyns, ed alla quale nel 1904 è stato attribuito il Premio Nobel per la pace.

Scopi[modifica | modifica sorgente]

L'obiettivo della Fondazione è quello di sostenere gli sforzi volti ad eliminare i motivi di conflitto fra le nazioni e diretti alla codificazione del diritto internazionale. Il motto della Fondazione è "Giustizia e Pace".

Storia[modifica | modifica sorgente]

Durante il conflitto franco-prussiano del 1870-1871, Jaequemyns prese contatti con giuristi di altre nazioni, per discutere della nascita di una fondazione internazionale che ponesse le basi per la creazione di leggi valevoli a livello mondiale, per preservare la pace, scongiurando la possibilità di nuove guerre.

La fondazione vide la luce nel 1874, con sede a Ginevra; come primo presidente venne nominato l'italiano Pasquale Stanislao Mancini. Dal 1971 la sede si trasferì a Zagabria. Dal 2003 la sede ufficiale è a Grez-Doiceau in Belgio.

Fondatori[modifica | modifica sorgente]

I primi firmatari furono:

Finalità[modifica | modifica sorgente]

L'Istituto di Diritto Internazionale è un'associazione privata, a carattere puramente scientifico, che tende come finalità quella di formulare principi giuridici generali atti a preservare la pace e l'armonia nel mondo.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]