Istakhr

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Istakhr
città
Localizzazione
Stato Iran Iran
Regione Fars
Provincia Divisione amm grado 2 mancante (man)
Circoscrizione Divisione amm grado 3 mancante (man)
Territorio
Coordinate 29°58′N 54°34′E / 29.966667°N 54.566667°E29.966667; 54.566667 (Istakhr)Coordinate: 29°58′N 54°34′E / 29.966667°N 54.566667°E29.966667; 54.566667 (Istakhr)
Abitanti
Altre informazioni
Fuso orario UTC+3:30
Cartografia
Mappa di localizzazione: Iran
Istakhr

Istakhr (in persiano ﺍﺳﺘﺨﺮ, Estakhr) è stata un'antica città situata nell'Iran meridionale, nella regione di Fars, cinque chilometri a nord di Persepolis. Fu una città assai prospera durante l'epoca persiana achemenide.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente, Istakhr fu una città achemenide e per un certo periodo fu capitale sasanide durante il regno di Ardashir I, prima che la capitale fosse trasferita a Ctesifonte. Durante il periodo sasanide il tesoro imperiale sasanide, conosciuto come ganj-e šāhīgān, si dice si trovasse a Iṣṭakhr.

Nel 915-16, Masʿūdī stesso vide in una casa di Istakhr, posseduta da un nobile persiano, "il più lungo e assai raffinato manoscritto" di un'opera copiata nel 731 dai documenti originali del tesoro imperiale.[1]

Istakhr bruciò totalmente durante la conquista islamica della Persia. Dopo essere stata ricostruita, la città perse importanza a causa della vicina Shiraz. Oggi sopravvivono solo i suoi resti archeologici.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mary Boyce, Estakhr, II. centro religioso zoroastriano «Istakhr», in: Encyclopaedia Iranica, 1998, I, pp. 643-46.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]