Isola di San Nicolas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Nicolas
Geografia fisica
Localizzazione Oceano Pacifico
Coordinate 33°14′36.75″N 119°29′53.95″W / 33.243542°N 119.498319°W33.243542; -119.498319Coordinate: 33°14′36.75″N 119°29′53.95″W / 33.243542°N 119.498319°W33.243542; -119.498319
Arcipelago Channel Islands
Superficie 58.93 km²
Altitudine massima 276 m s.l.m.
Geografia politica
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato California California
Contea Ventura
Demografia
Abitanti 200[1] (2000)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
San Nicolas

[senza fonte]

voci di isole degli Stati Uniti d'America presenti su Wikipedia

L'isola di San Nicolas è la più remota isola dell'arcipelago delle Channel Islands in California (USA). Fa parte della Contea di Ventura.

I 58,93 km² sono controllati dalla United States Navy, che svolge sull'isola test di armi e percorsi di training per i 200 militari che vi risiedono. Dal censimento della popolazione, però, l'isola risulta disabitata.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Originariamente l'isola era la patria del popolo dei Nicoleño, che erano probabilmente legati al popolo dei Tongva della vicina isola di Catalina. Il nome attuale, in onore a San Nicola, fu attribuito dall'esploratore spagnolo Sebastian Vizcaino, dopo che ebbe raggiunto la terra in 6 dicembre 1602, appunto giorno del santo.

Il popolo dei Nicoleño fu evacuato nei primi dell'800 dai missionari californiani dopo che un conflitto tra russi e auletini ebbe decimato la popolazione. Nel giro di pochi anni, comunque, la popolazione e il linguaggio si estinsero, e, in particolare, nel 1853 morì Juana Maria, l'ultima donna originaria dell'isola dei Nicoleños.

Tra il 1957 e il 1973, e nel 2004, i militari della marina americana lanciarono razzi di ricerca dall'isola.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ L'isola è controllata dalla U.S. Navy, popolazione di militari e civili itineranti