Isola Sumba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Sumba" rimanda qui. Se stai cercando il comune delle Isole Fær Øer, vedi Sumba (Fær Øer).
Isola Sumba
indonesiano:
"
Pulau Sumba"
"
Pulau Soemba"
olandese: "
Sandelhouteiland"
SundaIslands.A2003242.0225.500m.jpg
Geografia fisica
Localizzazione Oceano Indiano (a sud)
Stretto di Sumba (a nord)
Coordinate 9°40′S 120°00′E / 9.666667°S 120°E-9.666667; 120Coordinate: 9°40′S 120°00′E / 9.666667°S 120°E-9.666667; 120
Arcipelago Piccole Isole della Sonda
Superficie 11.153 km²
Altitudine massima Gunung Wanggameti,
1.225 m s.l.m.
Geografia politica
Stato Indonesia Indonesia
Centro principale Waingapu
Waikabubak
Demografia
Abitanti 611.422 (2005)
Densità 54,8 ab./km²
Cartografia
Nusa Tenggara Timur.png
Mappa di localizzazione: Indonesia
Isola Sumba
Mappa di localizzazione: Asia
Isola Sumba

[senza fonte]

voci di isole dell'Indonesia presenti su Wikipedia

Sumba è un'isola dell'Indonesia, nell'arcipelago delle Piccole Isole della Sonda, classificato geograficamente come appartenente al continente asiatico. Amministrativamente è inclusa nella provincia di Nusa Tenggara Orientale. Il maggiore villaggio dell'isola è Waingapu, con 10.700 abitanti.

Topografia dell'Isola di Sumba

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Ha un'area di 11.153 km², fatto che la rende la 73ª isola del mondo per area. A nordovest di Sumba si trova l'isola Sumbawa, a nordest, attraverso dello Stretto di Sumba (Selat Sumba), si trova l'isola Flores, a est, attraversando il Mare di Savu, si trova l'isola di Timor, e poco più lontano, a sud, attravversando parte dell'Oceano Indiano, si arriva al continente dell'Australia.

Popolazione e cultura[modifica | modifica sorgente]

Si conta una popolazione di 611.422 abitanti secondo il censimento del 2005. L'ovest dell'isola (capitale Waikabubak) possiede tombe megalitiche e capanne con tetti di paglia. Ancora oggi si fanno tombe megalitiche per i benestanti, che si costruiscono in vita. Il futuro defunto organizza il trasporto della pietra dalla cava fino al villaggio (kampung). Un giorno alla settimana si riuniscono dozzine di persone dai vicini kampung, e tutti assieme trascianno la pietra su rulli. I volontari vengono retribuiti con un grande pranzo collettivo (arrosto di animali speziati, come maiali, bufali e cavalli). Altre ceremonie sono il Pajura o Pasola, lotta tradizionale di fantini che combattono con lance per ferire lievemente l'avversario. Inoltre si festeggiano l'anno nuovo lunare in ottobre e novembre, con corse e danze rituali.

Clima e flora[modifica | modifica sorgente]

Si verifica una stagione secca da maggio a novembre, e una stagione piovosa da dicembre ad aprile. Appartiene al regno floristico paleotropicale, sottoregno indomalese. La vegetazione naturale più strutturata è una foresta tropofila del tipo jungla, con alberi sempreverdi e caducifogli, questi ultimi si defogliano nella stagione secca. Storicamente, quest'isola esporta legno di sandalo.

Fauna[modifica | modifica sorgente]

Tra la fauna che popola l'isola di Sumba, sono da segnalare:

Uccelli
Pipistrelli
Insetti
Rettili

Storia[modifica | modifica sorgente]

Prima della colonizzazione europea, l'isola di Sumba era abitata da tanti piccoli gruppi etnici, alcuni dei quali avevano relazioni tributarie con l'impero Majapahit. Nel 1522 arrivarono le prime navi provanienti dall'Europa e dal 1866 Sumba divenne parte delle Indie Orientali Olandesi, anche se l'isola non subì l'amministrazione olandese fino al XX secolo.

Gli abitanti dell'isola di Sumba (i sumbanesi) parlano una varietà delle lingue austronesiane. il 25÷30% della popolazione pratica la religione animista Marapu, mentre il resto degli abitanti sono cristiani: per la maggior parte calvinisti e una sostanziale minoranza cattolici. Si può trovare anche un esiguo numero di sunniti lungo le aree costiere.

Nonostante l'influenza delle religioni occidentali, Sumba è uno dei pochi posti al mondo in cui alcuni complessi megalitici vengono utilizzati come luogo di sepoltura. Tale tipo di sepoltura veniva utilizzata in molte parti del mondo nel Neolitico e nell'Età del bronzo, ma è sopravvissuta fino ai giorni nostri solo a Sumba e in poche altre parti del globo.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]