Isola Minore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isola Minore
Isola Minore Trasimeno.jpg
Geografia fisica
Localizzazione Lago Trasimeno
Coordinate 43°10′48″N 12°06′10″E / 43.18°N 12.102778°E43.18; 12.102778Coordinate: 43°10′48″N 12°06′10″E / 43.18°N 12.102778°E43.18; 12.102778
Superficie 0,05 km²
Altitudine massima 20 m s.l.m.
Geografia politica
Stato Italia Italia
Regione Umbria Umbria
Provincia Perugia Perugia
Comune Passignano sul Trasimeno-Stemma.png Passignano sul Trasimeno
Demografia
Abitanti 0
Densità 0 ab./km²
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Isola Minore
Isola Minore

http://www.passignanosultrasimeno.org/italiano/isolaminore.html

voci di isole d'Italia presenti su Wikipedia

L'Isola Minore è la più piccola delle tre esistenti nel lago Trasimeno e la più vicina a Passignano, del cui territorio fa parte[1]. Si eleva per circa 20 m dalla superficie del lago (a 258 m s.l.m.), ha la forma di una virgola con dimensioni di circa 450 x 260 m e una superficie totale di 0,05 km². Dista appena 470 m dalla vicina e più grande Isola Maggiore.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Isola Maggiore e Minore in un'immagine degli anni cinquanta

Attualmente disabitata, fu assai popolata sino al XV secolo, quando gli abitanti decisero di traslocare sulla terraferma, per evitare le continue razzie da parte di predoni e avventurieri. Nei secoli successivi, fino ai giorni nostri, l'isola è stata solo saltuariamente occupata da eremiti. Ora appartiene ai conti Baldeschi di Perugia e non vi risiede nessuno; non è collegata con i traghetti di linea alla terraferma e non dispone di un vero e proprio molo per l'ormeggio.

Le notizie storiche documentate risalgono al 1130, allorché i suoi pochi abitanti combatterono con quelli dell'Isola Polvese per conseguire il predominio sul lago. Secondo lo scrittore e umanista cinquecentesco Matteo dall'Isola (autore del poema La Trasimenide, elogiativo del lago e dei suoi prodotti ittici), i nativi furono costretti a trasferirsi a Tuoro, per imposizione della magistratura perugina, a causa dei continui disaccordi tra loro. Delle tre chiese che vi erano un tempo, rimangono solo i resti di quella dedicata a santa Mustiola, abitazione fino al Settecento di un anacoreta.[2]

L'isola è coperta da una fitta vegetazione boschiva (in cui si nota una costruzione), comprendente pini e lecci, che dà rifugio ad una nutrita colonia di cormorani che, con le loro secrezioni, rendono bianchi gli alberi e il terreno circostante.[3]

Fino ai primi del Novecento, veniva semplicemente chiamata isoletta, perché vicina all'altra più grande.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Isola Minore su Passignano sul Trasimeno. URL consultato il 22 dicembre 2011.
  2. ^ Caldarone, pp. 49-50
  3. ^ http://www.perugiatoday.it/cronaca/lago-trasimeno
  4. ^ Isola Minore su Regione Umbria - Parco del Lago Trasimeno. URL consultato il 22 dicembre 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Nicola Caldarone (a cura), Il Trasimeno, Edimont, Città di Castello 2004.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]