Isidoro l'Agricoltore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sant'Isidoro l'Agricoltore
HuitzoIsidro.jpg
Nascita 1080
Morte 15 maggio 1130
Venerato da Chiesa cattolica
Beatificazione 2 maggio 1619
Canonizzazione 12 marzo 1622
Ricorrenza 15 maggio
Patrono di contadini, raccolti, campi e di alcune città spagnole e italiane.

Isidoro l'Agricoltore, (in spagnolo Isidro), noto anche come Isidoro Agricola o Isidoro Lavoratore (Madrid, 1080Madrid, 15 maggio 1130), fu un agricoltore spagnolo a cui furono attribuiti eventi portentosi, e pertanto è stato canonizzato dalla Chiesa cattolica nel 1622.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò giovanissimo a lavorare la terra e, in seguito alla conquista di Madrid da parte degli Almoravidi, si trasferì a Torrelaguna, dove sposò Maria Toribia, beatificata nel 1697 come Maria de la Cabeza. Dedicò la sua vita al lavoro nei campi e alla preghiera. Tra i vari miracoli che la tradizione gli attribuisce, i più celebri sono il miracolo del pozzo, in cui sarebbe riuscito con la preghiera a far salire le acque di un pozzo, salvando la vita ad un bambino che vi era caduto dentro, e quello degli angeli che avrebbero arato un campo al suo posto per lasciargli il tempo di pregare.

Il culto[modifica | modifica wikitesto]

Isidoro venne beatificato il 2 maggio 1619 da papa Paolo V e canonizzato il 12 marzo 1622 da papa Gregorio XV. Le sue spoglie sono state traslate nella chiesa madrilena di Sant'Andrea quarant'anni dopo la morte e sono conservate nella cattedrale di Madrid.

Sant'Isidoro è festeggiato il 15 maggio ed è particolarmente venerato in Spagna, Sardegna e nei paesi sudamericani.

È patrono di molte città tra cui:

A sant'Isidoro è dedicata la cattedrale di Malaybalay, nelle Filippine.[1]

Una reliquia di Sant'Isidoro è conservata nella parrocchia di Santa Maria Ester in Acquaviva Collecroce (CB).

A Mandas, nella seconda domenica di maggio, per antica e secolare tradizione, si festeggia con grande devozione

Processione di Sant'Isidoro (Borore)

A Borore (NU), piccolo comune della Sardegna centrale, la seconda domenica di maggio si celebra la festa con la sfilata di trattori e altri mezzi agricoli per le strade del paese, guidata dalla statua lignea del Santo, trasportata sul carro tradizionale bororese di legno.

Nella chiesa del Rosario in Guglionesi (CB) è conservata una statua del Santo. Anticamente veniva festeggiato in una contrada fuori dalla città ove sorge tuttora una chiesetta da pochi anni sconsacrata.

A Loano (SV) la festa di Sant'Isidoro, Patrono degli Agricoltori, si tiene dalla seconda metà del XIX secolo il lunedì seguente alla Pentecoste. Il pesante gruppo ligneo che rappresenta il Santo, il padrone in ginocchio e l'aratro trainato da buoi guidato dall'Angelo, ornato non solo con fiori ma anche con le primizie dei campi è portato a spalla in processione per le vie della città dagli agricoltori della zona.

A Serramanna (vs) il tredici maggio viene effettuata in ricordo del santo spagnolo, una processione che fa un giro simbolico nelle principali vie del paese, partendo dalla chiesa di San Leonardo seguita da i gruppi folk con i tipici costumi dello stesso paese di Serramanna e dei paesi circostanti, seguiti a loro volta dalle così dette "traccas" dei "carri" appositamente addobbati che tramite delle rappresentazioni, rievocano i lavori del passato.

A Taverne d'Arbia (SI) e nella limitrofa Arbia (SI) viene festeggiato la prima e la seconda domenica del mese di maggio. Nella prima viene organizzato, ad Arbia, la Fiera di Sant'Isidoro per Via Aretina, la strada che porta a Taverne; nella seconda domenica invece a Taverne d'Arbia si celebra la festa religiosa, dove la mattina viene effettuata la messa a suffragio del santo e dopo questa la reliquia del santo, insieme ad una sua raffigurazione, vengono portati in processione per entrambi i paesi dal parroco e da un gruppo della Compagnia di Sant'Isidoro. Chiudono i festeggiamenti i fuochi artificiali offerti dalla popolazione tramite offerte volontarie. La popolazione, in particolare un gruppo di giovani, è molto devota al santo.

A Teulada (CA) nella terza settimana di agosto viene celebrata ogni anno la Sagra di Sant'Isidoro con la processione del santo dalla chiesa campestre di Sant'Isidoro a Tuerra fino al paese seguita da manifestazioni folkloristiche e dalla partecipazioni di gruppi folk da diversi paesi del Sulcis e dalla Sardegna.

A Villanova d'Asti viene festeggiato la prima domenica di settembre, con la benedizione di una coppia di buoi bardati di paramenti con l'immagine del santo; dopo la messa ha luogo la declamazione di canzoni piemontesi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda della diocesi di Malaybalay

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 13735266 LCCN: n85055535