Isabella di Valois

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri personaggi con questo nome, vedi Isabella di Valois (disambigua).
Albero genealogico dei Valois
Monarchia Francese
Dinastia Capetingia
Ramo di Valois

Arms of the Kingdom of France (Moderne).svg

Filippo VI (1328-1350)
Figli
Giovanni II (1350-1364)
Carlo V (1364-1380)
Carlo VI (1380-1422)
Carlo VII (1422-1461)
Luigi XI (1461-1483)
Carlo VIII (1483-1498)

Isabella di Valois (Castello di Vincennes, 1 ottobre 1348Pavia, 11 settembre 1372) era l'ultima figlia che Giovanni II di Francia ebbe dalla prima moglie Bona di Lussemburgo. Isabella rimase orfana di madre a un anno d'età, a causa della peste.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1360 venne data in sposa a Gian Galeazzo Visconti, figlio di Galeazzo II Visconti, signore di Milano. Il matrimonio fu fortemente voluto dai Valois, che si trovavano economicamente in crisi in quel tempo a causa della Guerra dei Cent'anni[1].

Per gli sposi si dice che il Petrarca avrebbe coniato il motto À Bon Droyt[2][3]. Il motto, assieme a tre spade incrociate, compare su una carta del più antico mazzo di tarocchi finora ritrovato, opera di Bonifacio Bembo[4].

Con il matrimonio, Gian Galeazzo ottenne la contea di Vertus.

In seguito alle conseguenze dell'ultimo parto, Isabella morì l'11 settembre 1372[5].

Gian Galeazzo si risposò con sua cugina Caterina Visconti, figlia di Bernabò Visconti; lo stesso giorno morì Azzone. La piccola Valentina, rimasta orfana anche lei ad un anno, fu cresciuta dalla nonna Bianca di Savoia a Pavia[6].

Da Caterina Gian Galeazzo ebbe altri due figli maschi.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Stemma di Isabella di Valois, principessa consorte d'Inghilterra

Isabella of Valois Arms.svg


Isabella mise al mondo quattro figli[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Storia di Milano ::: I Visconti
  2. ^ Kataweb TvZap - Vivi e condividi la TV
  3. ^ Art X world AA.VV. A BON DROYT portale di arte e cultura contemporanea
  4. ^ http://lealtenzone.blogspot.com/2007/09/aosta.html
  5. ^ Storia di Milano ::: I Visconti
  6. ^ Valentina Visconti