Isabella d'Armenia e Tiro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Regno di Cilicia
Hetumidi

Armoiries Héthoumides.svg

Aitone I (1252-1270)
Leone III (1270-1289)
Aitone II (1289-1293)
Teodoro III (1293-1298)
Sempad (1297–1298)
Costantino III (1298–1299)
Aitone II (1299-1307)
Leone (1303-1307)
Costantino III (1307)
Oscin (1307–1320)
Leone V (1320-1341)

Isabella d'Armenia e Tiro, o Zabel ((HY) Զապել; 1275-1280Sis, ante 9 aprile 1323), fu una principessa della Piccola Armenia.

Apparteneva alla famiglia degli Hetumidi, era figlia di Leone III e Keran di Lampron e nipote di Aitone I che aveva sottomesso la Cilicia ai Mongoli nel 1240.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Matrimonio e discendenza[modifica | modifica sorgente]

Nel 1292/1293 sposò a Nicosia Amalrico II di Tiro (1272 - 1310), Principe di Tiro, figlio del re di Cipro Ugo III e di Isabella di Ibelin; ebbero cinque figli ed una figlia:

  • Ugo di Lusignano (morto tra il 1318 ed il 9 aprile 1323 in Cilicia), Signore di Crusoche ante 1310; prima nel 1310 sposò Eschive d'Ibelin (morta post marzo 1324), vedova di Gautier de Dampierre-sur-Salon, Signora di St. Nicholas e figlia del Connestabile di Cipro Filippo d'Ibelin (m. 1304/1305) e di Simone de Montfaucon o von Mömpelgard, che Filippo aveva sposato nel 1253; Ugo e Eschive non ebbero figli.
  • Enrico di Lusignano (assassinato ante 9 aprile 1323, Cilicia), non sposato e senza figli.
  • Boemondo di Lusignano (assassinato il 17 aprile 1344 in Cilicia), Conte di Corcyus e Signore di Corico (1336), sposò nel 1340 Eufemia di Neghir (1325 – post 1381 a Gerusalemme), figlia di Baldovino di Neghir, Maresciallo d'Armenia (o Baldovino, Maresciallo di Neghir); Boemondo ebbe solo un figlio illegittimo fuori dal matrimonio:
  • Bartolomeo di Lusignano co-reggente d'Armenia (morto post 1373), non sposato e senza figli.
  • Agnese (Maria) di Lusignano (morta post 1309), sposò nel 1305 circa, o tra 1305 e 1306, suo cugino Leone IV (1287 – assassinato nel 1307), non ebbero figli.

Dopo la morte del marito Zabel i suoi figli rimasero in Cilicia. Solo Maria morirà di morte naturale, Zabel e tutti i suoi figli maschi furono uccisi in varie occasioni.

La morte[modifica | modifica sorgente]

Tra il 1320 ed il 1323, Isabella, insieme ai suoi figli Ugo ed Enrico, fu imprigionata ed assassinata per volontà di Oscin di Corico, che agiva in qualità di reggente per Leone V e voleva ridurre il numero di pretendenti al trono del regno di Cilicia.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]