Isabel Jewell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isabel Jewell nel film Dalle 7 alle 8 (1935)

Isabel Jewell (Shoshoni, 19 luglio 1907Los Angeles, 5 aprile 1972) è stata un'attrice cinematografica, teatrale e televisiva statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Isabel Jewell crebbe in un ranch del Wyoming e divenne un'abile cavallerizza[1]. Compì gli studi all'Hamilton College nel Kentucky e lavorò per alcuni anni al seguito di compagnie di giro[1], prima di debuttare a Broadway nel 1930[2]. Conquistò un certo successo partecipando alle rappresentazioni di Up Pops the Devil (1930) e Blessed Event (1932). Di quest'ultima commedia la Warner Brothers trasse nello stesso anno una versione cinematografica, intitolata in italiano La cronaca degli scandali, nella quale l'attrice fu chiamata a interpretare il ruolo non accreditato di Dorothy Lane, una telefonista senza peli sulla lingua[2].

Durante gli anni trenta, la bionda e minuta attrice apparve in numerosi film di qualità, ma solitamente in parti secondarie[2]. Riuscì a evitare di ridursi allo stereotipo della bionda platino e interpretò i personaggi più svariati[2], sia negativi come la fidanzata del gangster nei drammi Le due strade (1934), con Clark Gable e William Powell, e Le cinque schiave (1937), con Humphrey Bogart e Bette Davis, e la prostituta in Orizzonte perduto (1937), sia ragazze vittime delle vicissitudini della vita, come la piccola e patetica cucitrice che accompagna terrorizzata Ronald Colman alla ghigliottina in Le due città (1935)[2].

Dopo essere apparsa nel celebre Via col vento (1939), nel ruolo di Emma Slattery, la Jewell proseguì brillantemente la carriera anche nella prima metà degli anni quaranta, con apparizioni nei film Passaggio a Nord-Ovest (1940), Una pallottola per Roy (1941) e gli horror a basso budget L'uomo leopardo (1943) e La settima vittima (1944), entrambi prodotti da Val Lewton.

Dopo la metà del decennio la carriera dell'attrice declinò bruscamente verso brevi ruoli non accreditati in film come La fossa dei serpenti (1948) e Infedelmente tua (1948), e partecipazioni a film western come La terra dei senza legge (1946) e Pistole puntate (1948), in entrambi i quali interpretò il ruolo di Belle Starr. Dagli anni cinquanta le sue apparizioni furono prevalentemente televisive, in particolare nelle serie Fireside Theatre (1952), Climax! (1957), Gli intoccabili (1962), Gunsmoke (1965). Recitò anche in radiodrammi come This is Your FBI.

L'ultima apparizione sul grande schermo della Jewell risale al 1972 nel B movie Sensualità morbosa, primo film diretto dal futuro premio Oscar Curtis Hanson.

Sposata due volte, con Owen Crump e con Paul Marion, Isabel Jewell morì a Los Angeles il 5 aprile 1972, all'età di 64 anni.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Arthur F. McClure, Alfred E. Twomey e Ken Jones, More Character People, The Citadel Press, 1984, pag. 97
  2. ^ a b c d e Il chi è del cinema, De Agostini, 1984, Vol.1, pag. 264

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]