Isaak Sirko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isaak Sirko
Isaak Sirko
Isaak Sirko
Universo Dexter
Lingua orig. Lingua inglese
Alter ego

Вовк (Il Lupo)

Autore James Manos, Jr.
1ª app. in Il dubbio
Ultima app. in Il ricatto
Interpretato da Ray Stevenson
Voce italiana Saverio Indrio
Sesso Maschio
Luogo di nascita Unione Sovietica
Data di nascita 25 maggio 1964[1]
Professione mafioso
Affiliazione Fratellanza Koshka

Isaak Sirko è un personaggio della serie televisiva Dexter. È interpretato da Ray Stevenson, ed è uno degli antagonisti principali della settima stagione. Oltre a Lila Tournay è il secondo nemico di Dexter di provenienza d'oltreoceano.

Il personaggio[modifica | modifica sorgente]

Isask Sirko è il boss della Fratellanza Koshka, la mafia ucraina che esporta da Kiev armi, droga e prostitute in America. È altresì il proprietario del Foxhole, uno strip-club di Miami. Come dimostrato nel corso della serie, Isaak ha una notevole abilità e capacità di sopravvivenza, riuscendo ad affrontare tre uomini armati fino ai denti, riportando solo ferite superficiali. A differenza di altri antagonisti, non viene ucciso da Dexter, così come è già capitato a James Doakes e Jordan Chase.

Antefatti[modifica | modifica sorgente]

Isaak Sirko nasce a Kiev, poco dopo la morte del mezzo-soprano Nadezhda Obukhova e sin da piccolo sviluppa una passione per la musica, aiutato dal maestro Chillich. Quest'ultimo viene però ucciso da Isaak che lo spinge giù dalle scale dopo avergli messo un pessimo voto. Il padre di Isaak lo manda a studiare in Inghilterra, dove acquisisce il suo accento britannico.

In età adulta diventa un membro di spicco della mafia ucraina ed è coinvolto in primo piano in traffici illegali di persone e di droga. A quei tempi inizia una storia d'amore con uno dei suoi subordinati, Viktor Baskov. Quando Isaak ordina all'amato di recarsi a Miami per scacciare i colombiani dai traffici di droga della fratellanza, questi incontra la lama di Dexter Morgan.

L'arrivo a Miami[modifica | modifica sorgente]

Giunto a Miami per mettere fine al tormento che la polizia di Miami dava al Foxhole e per ritrovare Viktor, Isaak capisce ben presto che il suo subordinato è morto. Con freddezza e senza battere ciglio prima uccide Tony Rush con un cacciavite, poi costringe il barista Alex Dubrozny e suicidarsi per dare un colpevole alla polizia di Miami. Intanto, ritrova la barca di Dexter e Louis Greene a bordo, il quale gli parla di Dexter Morgan e quindi Isaak ha un nome a cui dare la caccia. Poi Isaak uccide Louis.

Isaak Sirko è ossessionato dalla vendetta e si fa trarre in trappola da Dexter, ritrovandosi ad affrontare tre colombiani in un bar. Riesce sì ad ucciderli, ma viene lo stesso arrestato dalla polizia in qualità di criminale internazionale. Viene poi rilasciato grazie all'aiuto di George Novikov e di Joey Quinn e ritorna a dare la caccia al protagonista, nonostante sia braccato quotidianamente da agenti di polizia.

Ray Stevenson è l'interprete di Isaak Sirko

In seguito al tradimento di George, Isaak Sirko è un bersaglio della fratellanza Koshka. Nasce così una collaborazione tra Isaak e Dexter per uccidere i sicari ucraini, in cambio della libertà di Hannah McKay e della rinuncia alla vendetta da parte dell'ex boss mafioso. Quando i due riescono a liberarsi dei killer e a stringere quasi amicizia, Novikov giunge sul luogo del delitto e ferisce a morte il vecchio capo. Alla fine Dexter lo porta nel punto dove è stato gettato in mare Viktor, come ultimo desiderio dello stesso Isaak. Durante il tragitto in barca, l'esanime Isaak e Dexter dialogano sull'amore e su quanto sia importante non frenare i propri sentimenti, fino a che Isaak non spira davanti a Dexter, il quale giunto a destinazione, lo getta in mare nello stesso punto ove è stato gettato Viktor.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://dexter.wikia.com/wiki/Isaak_Sirko

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione