Isaac Kidd

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isaac Campbell Kidd
Il capitano (futuro contrammiraglio) Isaac Kidd
Il capitano (futuro contrammiraglio) Isaac Kidd
26 marzo 1886 - 7 dicembre 1941
Nato a Cleveland, Ohio
Morto a Pearl Harbor, Hawaii
Cause della morte attacco giapponese di Pearl Harbor
Luogo di sepoltura Relitto della USS Arizona
Dati militari
Paese servito Stati Uniti Stati Uniti
Forza armata United States Navy
Anni di servizio 1906-1941
Grado Contrammiraglio
Guerre Seconda guerra mondiale
Battaglie Attacco di Pearl Harbor
Comandante di Prima divisione incrociatori
corazzata USS Arizona
Decorazioni Medal of Honor
Purple Heart

usskidd.com
history.navy

voci di militari presenti su Wikipedia

Isaac Campbell Kidd (Cleveland, 26 marzo 1886Pearl Harbor, 7 dicembre 1941) è stato un ammiraglio statunitense, caduto durante l'attacco giapponese di Pearl Harbor mentre si trovava a bordo della corazzata Arizona, divenendo il primo ufficiale statunitense di alto grado a perdere la vita durante la seconda guerra mondiale. Ricevette postuma la più alta decorazione militare statunitense, la Medal of Honor[1].

I primi anni e il servizio militare[modifica | modifica sorgente]

Isaac Campbell Kidd nacque a Cleveland nello stato dell'Ohio, nel 1884. Entrò nella US Naval Academy nel 1902, diplomandosi nel febbraio 1906. Tra il 1907 e il 1909 Kidd partecipò alla Great White Fleet, una crociera intorno al mondo da parte delle navi da battaglia della US Navy, in cui Kidd servì a bordo della New Jersey. Successivamente Kidd servì sulla North Dakota e sulla Pennsylvania, diventando quindi Flag Secretary to the Commander in Chief della flotta del Pacifico, il primo dei suoi molti incarichi di Flagstaff. Nel biennio 1916-1917 divenne istruttore presso la US Naval Academy[1].

Durante e nel periodo successivo Kidd fu di stanza sulla New Mexico, ne 1925 divenne ufficiale esecutivo della corazzata Utah, poi tra il 1927 e il 1930 divenne comandandante della Vega e quindi capitano del porto di Chrisobal nel Canale di Panama. Promosso al grado di Capitano, tra il 1930-1932 divenne capo di stato maggiore della base militare della United State Fleet. Dopo tre anni presso l'ufficio della navigazione a Washington DC, divenne comandante del Primo squadrone incrociatori, Scouting Force[1].

Durante l'attacco giapponese di Pearl Harbor il 7 dicembre 1941, l'ammiraglio Kidd era comandante della Prima divisione corazzate e capo di stato maggiore della forza da battaglia corazzata. Appena resosi conto dell'attacco, Kidd si precipitò verso il ponte della USS Arizona, dove a causa di un'esplosione nel deposito munizioni perse la vita. Il corpo dell'ammiraglio Kidd non fu mai ritrovato. Successivamente dei sommozzatori della marina degli Stati Uniti recuperarono il suo anello dell'Accademia Navale e il baule contenente e suoi effetti personali, che fu inviato alla vedova. Oggi questi cimeli sono visibili all'USS Arizona memorial[1].

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Medal of Honor - nastrino per uniforme ordinaria Medal of Honor
«For conspicuous devotion to duty, extraordinary courage, and complete disregard of his own life, during the attack on the Fleet in Pearl Harbor, Territory of Hawaii, by Japanese Forces on December 7, 1941. He immediately went to the bridge and as Commander Battleship Division ONE, courageously discharged his duties as Senior Officer Present Afloat until the USS Arizona, his Flagship, blew up from magazine explosions and a direct bomb hit on the bridge, which resulted in the loss of his life[1].»
— Pearl Harbor, 7 dicembre 1941
Medal of Honor ribbon.svg Purple Heart BAR.svg Army of Cuban Pacification ribbon.svg Mexican Service Medal ribbon.svg
World War I Victory Medal ribbon.svg American Defense Service ribbon.svg Asiatic-Pacific Campaign ribbon.svg World War II Victory Medal ribbon.svg
Medal of Honor Purple Heart Army of Cuban Pacification Medal Mexican Service Medal
World War I Victory Medal American Defense Service Medal with Fleet Clasp Asiatic-Pacific Campaign Medal World War II Victory Medal

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e Rear Admiral Isaac Campbell Kidd, Sr., usskidd.com. URL consultato il 22 gennaio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]