Is There Anybody Out There?: The Wall Live 1980-1981

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Is There Anybody Out There? The Wall Live 1980-81
Artista Pink Floyd
Tipo album Live
Pubblicazione 2000
Durata - 105 min : 16 s
Dischi 2
Tracce 30
Genere Rock progressivo
Etichetta Emi
Produttore James Guthrie
Registrazione 1980, 1981
Pink Floyd - cronologia

Is There Anybody Out There?: The Wall Live 1980-1981 è un album live della rock band Pink Floyd.

L'album[modifica | modifica wikitesto]

Il disco, che ha visto la luce nel 2000, è la testimonianza dei concerti che i Pink Floyd tennero nel 1980 e nel 1981 per eseguire l'intero The Wall.

Is There Anybody Out There?: The Wall Live 1980-1981 contiene, rispetto all'album studio, due canzoni in più: What Shall We Do Now?, che fu esclusa all'ultimo momento da The Wall, e The Last Few Bricks.

L'album arriva in seconda posizione in Italia e Norvegia, terza in Svizzera, Germania ed Austria, quarta nei Paesi Bassi e Nuova Zelanda ed in ottava in Francia.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Durante i concerti live, veniva innalzato un vero e proprio muro di cartapesta, che si completava con la chiusura del primo set. L'ultimo mattone veniva posato alla fine di Goodbye Cruel World. Il muro veniva abbattuto alla fine di The Trial.
  • La prima canzone, In the Flesh?, in realtà non veniva eseguita dai Floyd. Sul palco era presente una band, la Surrogate Band (formata da Snowy White, Willie Wilson, Andy Bown e Peter Wood), che eseguiva il pezzo con la maschera dei componenti dei Pink Floyd. La suddetta band tornava in scena nel secondo set, e i suoi componenti, mentre suonavano, restavano praticamente immobili.
  • Durante Comfortably Numb, Roger Waters indossava un camice ed era davanti al muro, mentre David Gilmour era dietro il muro e durante la canzone veniva innalzato sopra il muro tramite un carrello in modo che gli spettatori potessero vederlo.
  • Durante le canzoni In the Flesh, Run Like Hell e Waiting for the Worms, Roger Waters indossava un cappotto molto simile a quello nazista. Il bassista aveva anche una fascia sul braccio raffigurante i due martelli.
  • Nello spettacolo venivano utilizzati pupazzi gonfiabili, raffiguranti il professore, la madre e la moglie. Era inoltre presente anche il maiale, introdotto nei concerti di Animals.
  • Richard Wright partecipò ai concerti come session-man, in seguito a dissidi con Roger Waters.
  • Dopo l'uscita del disco live, si pensava che fosse vicina anche l'uscita del DVD. In realtà non è stato ancora pubblicato nessun DVD ufficiale che testimoni un concerto di The Wall dei Pink Floyd. Esistono però alcune registrazioni, la migliore delle quali è quella filmata a Londra, all'Earls Court, il 9 agosto 1980.
  • Le rappresentazioni live di The Wall erano davvero imponenti ed ebbero luogo solo in quattro città: Londra, Dortmund, Los Angeles e New York.
  • La rappresentazione di The Wall a Berlino avvenne nel 1990, esattamente un anno dopo la caduta del muro, ad opera però del solo Roger Waters. L'esibizione fu davvero imponente; Waters era accompagnato da una serie di artisti e gruppi famosi, tra cui Van Morrison, Cyndi Lauper, gli Scorpions, Bryan Adams e Sinead O'Connor.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Disco 1
  1. Master of Ceremonies – 1:13
  2. In the Flesh? – 3:00
  3. The Thin Ice – 2:49
  4. Another Brick in the Wall (Part I) – 4:13
  5. The Happiest Days of Our Lives – 1:40
  6. Another Brick in the Wall (Part II) – 6:19
  7. Mother – 7:54
  8. Goodbye Blue Sky – 3:15
  9. Empty Spaces – 2:14
  10. What Shall We Do Now? – 1:40
  11. Young Lust – 5:17
  12. One of My Turns – 3:41
  13. Don't Leave Me Now – 4:08
  14. Another Brick in the Wall (Part III) – 1:15
  15. The Last Few Bricks – 3:26
  16. Goodbye Cruel World – 1:41
Disco 2
  1. Hey You – 4:55
  2. Is There Anybody Out There? – 3:09
  3. Nobody Home – 3:15
  4. Vera – 1:27
  5. Bring the Boys Back Home – 1:20
  6. Comfortably Numb – 7:26
  7. The Show Must Go On – 2:35
  8. Master of Ceremonies – 0:37
  9. In the Flesh – 4:23
  10. Run Like Hell – 7:05
  11. Waiting for the Worms – 4:14
  12. Stop – 0:30
  13. The Trial – 6:01
  14. Outside the Wall – 4:27

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo