Irwin Unger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Irwin Unger (Brooklyn, 1927) è uno storico e accademico statunitense specializzato in storia economica, storia degli anni sessanta e storia della Gilded Age.

Conseguì il dottorato di ricerca presso la Columbia University nel 1958 ed è attualmente professore emerito di storia all'Università di New York. Vinse il Premio Pulitzer per la storia nel 1965 grazie alla sua opera The Greenback Era.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Tra le opere pubblicate da Unger rientrano[1]:

  • The Guggenheims: A Family History, con Debi Unger, 2005
  • LBJ: A Life, con Debi Unger, 1999
  • The Times Were a Changin': The Sixties Reader, con Debi Unger, 1998
  • The Best of Intentions: The Great Society Programs of Kennedy, Johnson and Nixon (1995)
  • Turning Point, 1968, con Debi Unger, 1988
  • These United States: The Questions of Our Past (1978)
  • The Vulnerable Years: The United States, 1896-1917 (1977)
  • The Movement: The American New Left 1959-1973 (1973)
  • The Greenback Era (1965)

Inoltre, Unger ha scritto un certo numero di libri sulla storia moderna degli Stati Uniti.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Faculty Bio at NYU

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 84181772