Ippolito Buzio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Amore e Psiche, una composizione di Buzzi conservata al Palazzo Altemps

Ippolito Buzio (o Buzzi) (Viggiù, 2 febbraio 1562Roma, 23 febbraio 1634) è stato uno scultore italiano, uno dei più celebri nel periodo barocco-rococò.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo lavoro noto dell'artista risale al 1592 con la realizzazione della testa raffigurante Alessandro Farnese montata su una statua di Giulio Cesare.

Per Clemente VIII Buzzi lavorò nella cappella Aldobrandini nella Basilica di Santa Maria sopra Minerva.

Al 1605 risalgono le sei erme scolpite nella villa Aldobrandini di Frascati.

Nel 1608 prese parte alla decorazione della cappella Paolina nella Basilica di Santa Maria Maggiore e due anni più tardi scolpì due angeli della Fontana dell'Acqua Paola al Gianicolo.

Nel 1618 realizzò la statua di San Bartolomeo per il duomo di Orvieto.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 37812954