Ippolita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Ippolita (disambigua).
Ercole combatte contro le Amazzoni, particolare di un'anfora Attica a figure nere, ca. 530-520 a.C., Parigi, Louvre.

Nella mitologia greca, Ippolita era la regina delle Amazzoni. Viene menzionata nel mito delle dodici fatiche di Eracle; la nona impresa dell'eroe consisteva infatti nell'impossessarsi della cintura di Ippolita.

Secondo alcuni mitografi, Ippolita corrisponderebbe alla regina delle amazzoni, le famose guerriere a cavallo che vivevano attorno al mar Nero. Ercole la fece prigioniera, le tolse il cinturone che la rendeva fortissima e lo portò ad Euristeo; secondo altre versioni sposò Teseo e fu la madre di Ippolito.[1]

Il personaggio di Ippolita è stato inoltre utilizzato da William Moulton Marston per la scrittura del suo fumetto più famoso, Wonder Woman. Infatti, Ippolita è la madre di Wonder Woman la quale nacque grazie al dono della dea Afrodite, cui la regina delle amazzoni si era rivolta per soddisfare il proprio desiderio di maternità.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Dizionario dei miti", di Gabriella D'Anna, ediz. Newton&Compton, Roma, 1996 (alla pag.69 - voce "Ippolita")

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


Predecessore Regina delle Amazzoni Successore
Otrera -- Pentesilea
mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca