Ipomoea violacea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ipomoea violacea
Ipomoea violacea illustration.jpg
Fiore di Ipomoea violacea
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Solanales
Famiglia Convolvulaceae
Genere Ipomoea
Specie I. violacea
Nomenclatura binomiale
Ipomoea violacea
L.
Sinonimi
  • Calonyction tuba
  • Ipomoea macrantha
  • Ipomoea tricolor
  • Ipomoea tuba

L'Ipomea violacea (Ipomoea violacea L.), nota anche come Morning Glory, è una pianta appartenente alla famiglia delle Convolvulaceae, originaria dell'America Latina.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È una pianta a foglie ovali, verdi, e a fiori rotondi (si riconoscono per la tipica forma "a campanella"), di solito blu o porpora. Per questo motivo, è molto diffusa in Europa come pianta ornamentale da appartamento e da giardino.

Semi[modifica | modifica sorgente]

I semi dell'Ipomea violacea, chiamati tlitliltzin dagli Aztechi, contengono un potente principio attivo dalle proprietà allucinogene, l'ammide dell'acido lisergico (meglio noto come LSA), ragione che ha attribuito alla pianta il nome di "LSD naturale". In effetti il suo principio attivo differisce dall'LSD per appena 2 gruppi etilici, per questo motivo l'LSA può essere facilmente convertito in LSD. Gli effetti allucinogeni dei semi sono intensi e duraturi, anche se più "leggeri" di quelli prodotti dall'LSD.

I danni alla salute sono poco noti, ma sono spesso connessi a stati psicotici. Il dosaggio, pur dipendendo dal contenuto netto di principio attivo (titolazione), si possono ritenere dose psicoattiva l'ingestione di 2-8 semi.

Come per la Salvia divinorum, il peyote, la Rivea corymbosa e l’Argyreia nervosa, l'Ipomea, come riportato già dai primi cronisti spagnoli, è stata originariamente utilizzata nei rituali divinatori e sciamanici dalle popolazioni indigene del Centro e Sud-America. Il suo nome Azteco significa "sacra cosa nera".

Principi attivi[modifica | modifica sorgente]

L'ergina (C16H17N3O, lisergamide o amide dell’acido lisergico LSA) è l’alcaloide psicoattivo principale, contenuto nei semi della pianta.
Altri alcaloidi presenti sono: cionoclavina, isoergina, lisergolo, ergometrina.

Stato legale[modifica | modifica sorgente]

Considerata legalmente droga, è stata inserita nella tabella I del TU 309/90 nell'ottobre 2007. Venduta sul mercato clandestino prevalentemente in forma di semi, viene assunta per ingestione.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]