Ioflupane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Ioflupane
Ioflupane (123I).svg
Nome IUPAC
methyl (1R,2S,3S,5S)- 3-(4-iodophenyl)- 8-(3-fluoropropyl)- 8-azabicyclo[3.2.1]octane- 2-carboxylate
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C18H23FINO2
Massa molecolare (u) 427.285 g/mol
Numero CAS [155797-99-2]
Codice ATC V09AB03
PubChem 3086674
Dati farmacologici
Modalità di
somministrazione
via endovenosa
Dati farmacocinetici
Escrezione renale e fecale
Indicazioni di sicurezza

Lo ioflupane, prodotto e commercializzato dalla GE Healthcare con il nome DATscan, è un composto feniltropanico (derivato dalla cocaina), analogo della dopamina.

Utilizzi[modifica | modifica sorgente]

È utilizzato, marcato con iodio-123, in medicina nucleare nella SPECT cerebrale per la diagnosi di malattia di Parkinson e parkinsonismi atipici. Nello specifico, questo radiofarmaco va a evidenziare la funzionalità dei trasportatori presinaptici della dopamina a livello del putamen e del nucleo caudato: quando questa risulta alterata, è possibile procedere ad una scintigrafia cardiaca con MIBG, oppure ad una seconda SPECT con IBZM, per la diagnosi differenziale fra le due patologie.

Modalità di Esame[modifica | modifica sorgente]

Al paziente, previa una intervista anamnestica mirata ad evidenziare l'appropriatezza dell'indagine, viene somministrato il radiofarmaco tramite una iniezione endovenosa.

Dopo almeno tre ore dall'iniezione, e non oltre sei ore dopo, si procede con l'acquisizione delle immagini, grazie ad una gamma-camera a due o tre teste.

Non è necessario il digiuno.

Unica controindicazione assoluta all'esame è la gravidanza in atto, accertata o presunta.

Al fine di bloccare l'uptake di iodio da parte della tiroide è utile somministrare due ore prima dell'iniezione una dosa di 120 mg di ioduro di potassio per bocca.

Rischi[modifica | modifica sorgente]

Sono stati riportati, quali effetti collaterali dell'assunzione di 123I-ioflupane, mal di testa, vertigini, aumento dell'appetito e formicolii. Meno dell' 1% dei pazienti riferisce dolore nella sede di iniezione.

Il rischio radiologico riportato è basso. La dose effettiva per esame in un soggetto di 70 Kg è di 4.35 mSv.

Le pazienti che allattano debbono sospendere l'allattamento poché lo 123I è secreto nel latte.