Io, Robot (Asimov)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Io, Robot
Titolo originale I, robot
Autore Isaac Asimov
1ª ed. originale 1950
1ª ed. italiana 1963
Genere Antologia
Sottogenere Fantascienza
Lingua originale inglese
Serie Ciclo dei Robot
Seguito da Il secondo libro dei robot

Io, Robot (I, Robot) è una raccolta di racconti di fantascienza di Isaac Asimov, del 1950. Contiene 9 storie scritte fra il 1940 e il 1950, che hanno per protagonisti i robot positronici. Sono basate sul tema delle tre leggi della robotica, sulle loro contraddizioni e le loro apparenti falle. Le storie sono scritte in modo da essere ognuna indipendente dalle altre e hanno un tema che conduce all'interazione fra il genere umano, i robot e la morale, e combinati insieme forniscono un'ampia visione dell'opera di Asimov sulla robotica. È precedente a Il secondo libro dei robot e a Antologia del bicentenario. I racconti principali contenuti in questo libro serviti per lo sviluppo dell'"Universo della Fondazione" sono stati poi riuniti in Tutti i miei robot.

La storia dell'opera[modifica | modifica sorgente]

Io, Robot non è un titolo inventato da Asimov, ma dall'editore della prima edizione di questa antologia. Nel 1939, infatti, la rivista Amazing Stories pubblica il racconto breve Io, Robot di Eando Binder, storia che riscuote molto successo e che inaugura la saga di Adam Link, dal nome del personaggio protagonista.

Dopo aver letto la storia di Binder, l'allora diciannovenne Asimov trae ispirazione per un racconto con protagonista un robot: nasce così Robbie. Ma l'editore John W. Campbell rifiuta di pubblicare lo scritto, che vede la luce solo dopo un anno, sulla rivista Super Science Stories, grazie a Frederik Pohl. Quest'ultimo però cambia il titolo in Uno strano compagno di giochi (Strange Playfellow), cosa che Asimov non apprezza affatto.

Nel 1950 esce l'antologia Io, Robot e comprende i racconti pubblicati fra il 1940 ed il 1950: prende il titolo dal racconto di Eando Binder contro il volere di Asimov, che avrebbe voluto invece chiamarla Mind and Iron. L'autore ne approfitta comunque per rivedere e correggere Uno strano compagno di giochi e per restituirgli il titolo originale di Robbie. Da notare come le due edizioni dello stesso racconto abbiano una grande differenza: nella prima versione sono assenti le tre leggi della robotica che hanno reso famoso Asimov.

Elenco dei racconti[modifica | modifica sorgente]

I titoli seguenti rispettano l'ordine della raccolta, anche se sono stati scritti in date differenti. La traduzione italiana, poi, può subire modifiche a seconda dell'edizione. Asimov in seguito scrisse una serie di articoli presenti tra i racconti come "reminiscenze" di Calvin durante un'intervista, per rendere più coese le storie fra di loro. Queste aggiunte quindi non sono presenti nell'edizione italiana Mondadori (1950), ma solo in quella Bompiani (1963).

Titolo Originale Anno Titolo Edizione 1950 Titolo Edizione 1963
Robbie 1940 Robbie Robbie
Runaround 1942 Circolo vizioso Girotondo
Reason 1941 Essere razionale Secondo ragione
Catch That Rabbit 1944 Iniziativa personale Il Robot multiplo
Liar! 1941 Bugiardo! Bugiardo!
Little Lost Robot 1947 Il robot scomparso Il piccolo Robot perduto
Escape! 1945 Meccanismo di fuga Evasione
Evidence 1946 La prova La prova
The Evitable Conflict 1950 Conflitto evitabile Il conflitto evitabile

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi U.S. Robots#Dipendenti, Powell e Donovan e Susan Calvin.

Opere ispirate[modifica | modifica sorgente]

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Io, Robot[modifica | modifica sorgente]

« A lei, un robot è solo un robot. Ma lei non ha lavorato con loro. Lei non li conosce. Loro sono degli addetti alle pulizie, i migliori che abbiamo.

Quando la Terra è dominata da un padrone-macchina... quando i robot sono più umani dell'umanità.

La visione indimenticabile, agghiacciante del futuro, da parte di Isaac Asimov - disponibile finalmente nella sua prima edizione in brossura. »

(Testo sulla quarta di copertina della edizione economica del libro Io, Robot)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Edizioni di Io, Robot in Catalogo Vegetti della letteratura fantastica, Associazione culturale Delos Books.