Inuyasha the Movie - La spada del dominatore del mondo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Inuyasha the Movie - La spada del dominatore del mondo
Inu film 3.jpg
Copertina della versione home video italiana
Titolo originale 犬夜叉 天下覇道の剣 (Inuyasha - Tenka hadō no ken)
Lingua originale giapponese
Paese di produzione Giappone
Anno 2003
Durata 98 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 16:9
Genere animazione, avventura, fantasy
Regia Toshiya Shinohara
Soggetto Rumiko Takahashi
Sceneggiatura Katsuyuki Sumisawa
Produttore Mikihiro Iwata, Michihiko Suwa, Masuo Ueda
Casa di produzione Sunrise, Toho, Shogakukan Pro.
Distribuzione (Italia) Dynit Srl.
Art director Tsutomu Ishigaki, Hiroki Nomura
Character design Hideyuki Motohashi, Yoshihito Hishinuma
Animatori Hideyuki Motohashi
Fotografia Hirofumi Yagi, Yūdai Takahashi
Musiche Kaoru Wada
Tema musicale Four Seasons by Namie Amuro
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Inuyasha the Movie - La spada del dominatore del mondo (犬夜叉 天下覇道の剣 Inuyasha - Tenka hadō no ken?) è un film d'animazione del 2003, terzo ad essere tratto dalla serie anime e manga Inuyasha, diretto da Toshiya Shinohara e scritto da Katsuyuki Sumisawa. È stato proiettato nei cinema in Giappone il 20 dicembre 2003 (tra la trasmissione in tv degli episodi 136 e 137 della serie anime), mentre in Italia è stato trasmesso l'11 ottobre 2005 su MTV Italia e distribuito in DVD il 7 settembre 2005 da Dynit.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film si apre con gli eventi accaduti subito dopo la nascita del protagonista della serie, Inuyasha. Takemaru Setsuna, capitano delle guardie della madre di Inuyasha, Izayoi, segretamente innamorato di lei, decise di ucciderla poco prima dell'arrivo del Grande Demone Cane, padre di Inuyasha, poiché non riusciva a sopportare l'idea che colei che amava avesse partorito un demone. Il padre di Inuyasha, mortalmente ferito al petto e al braccio sinistro dallo scontro con il suo più grande nemico Ryūkotsusei, arrivò e riportò in vita la sua amata con Tenseiga. Sfidato in combattimento da Takemaru, il Generale Cane disse ad Izayoi di scappare con suo figlio, al quale dà il nome Inuyasha, e le consegnò la rossa Veste del Cane di Fuoco per proteggere lei ed il figlio dal palazzo, ormai completamente in fiamme. Presumibilmente, il Grande Demone Cane morì insieme con Takemaru quando l'intero complesso collassò e fu raso al suolo, mentre i due erano ancora impegnati a lottare al suo interno.

Nel presente, il nonno di Kagome possiede una spada che lui definisce un 'tesoro nazionale' (crede infatti che sia la spada Kusanagi); mentre il nonno sta per mettere la spada in un magazzino, per "tenerla al sicuro", il fratellino minore di Kagome, Sota, impugna la spada e questa inizia a parlare. La spada è la leggendaria So'unga, la Spada dell'Oltretomba, ed essa ha un forte legame con il padre di Inuyasha. Colui che aveva parlato, invece, era Saya, demone servitore del Grande Demone Cane, che era stato incaricato di sigillare So'unga per sette secoli. In realtà, originariamente, il Generale Cane, quando ancora era in vita, aveva provveduto ad istruire lui, Myoga e Totosai su come gestire le tre spade del dominatore del mondo al momento della sua morte. Myoga doveva portare Tessaiga all'interno della tomba del suo padrone, mentre Totosai aveva ricevuto istruzioni di consegnare Tenseiga a Sesshomaru.

Saya, però, aveva completamente dimenticato cosa fare di So'unga, quindi, dopo essersi consultato con Myoga e Totosai, decise di sigillare lui stesso la spada, dicendo agli altri due di gettare la spada all'interno del Pozzo Mangia-Ossa; ciò spiega il motivo per il quale la spada si trovasse nel presente. La spada, che è dotata di una propria volontà, prova a possedere Inuyasha, che però fa del suo meglio per resistere al controllo e finalmente riesce a riportare la spada nel passato, ma durante il procedimento inavvertitamente rilascia i poteri mortali della spada su di un villaggio evacuato.

Sesshomaru riesce a percepire immediatamente la presenza di So'unga e ne segue l'odore per scoprire che è Inuyasha a possedere la spada. I due iniziano a duellare e, in un momento cruciale, Kagome salva la situazione e costringe So'unga a liberare Inuyasha dalla sua presa. Durante il salvataggio di Kagome, però, il Rosario di Inuyasha va in mille pezzi. La spada intanto trova un nuovo demone ospite, poi si reca nella tomba del Grande Generale Cane e recupera il braccio sinistro perduto di Sesshomaru, tranciato in uno scontro con Inuyasha, quindi riporta in vita Takemaru e lo possiede, mirando ad ottenere la sua vendetta contro Inuyasha e Sesshomaru.

Sia Inuyasha che Sesshomaru hanno ragioni per sconfiggere Takemaru, quindi decidono di andare da lui. Durante la battaglia, Kagome e Rin vengono rapite. I due fratelli quindi raggiungono Takemaru per liberare le due ragazze. Inuyasha quindi prova a sconfiggere Takemaru proprio quando Takemaru capisce che la madre di Inuyasha voleva che lui vivesse e che lui in realtà la amava. Inuyasha, facendo appello ai propri caratteri umani, riesce a sconfiggere Takemaru.

So'unga era la terza spada posseduta dal Grande Demone Cane. Individualmente, la spada è più forte sia di Tenseiga che di Tessaiga. Sesshomaru brandisce Tenseiga, mentre Inuyasha ha dalla sua Tessaiga. Durante la battaglia, i due cercano di combinare i loro attacchi per distruggere So'unga, causando la caduta della spada nel portale verso l'Oltretomba aperto dalla spada stessa. Alla fine, il genitore scomparso appare ad Inuyasha e Sesshomaru, che si congratula per la distruzione di So'unga. Dopo la fine dei crediti, Inuyasha e Kagome sono sdraiati su una collina. I due parlano di Sesshomaru, Kagome dice ad Inuyasha che pensava che le persone non piacessero al demone, ma Inuyasha replica che non gliene importa nulla.

Logo della serie

Nel frattempo, Kagome si ricorda di qualcosa: il Rosario di Inuyasha. Kagome ordina ad Inuyasha di sedersi accanto a lei e chiudere gli occhi, dicendogli di avere una bella sorpresa per lui. Mentre gli occhi di lui sono chiusi, Kagome mette il Rosario, nel frattempo riparato, intorno al collo del mezzodemone. Presto Inuyasha realizza che la "bella" sorpresa consisteva in realtà nel Rosario. Inuyasha dice a Kagome di toglierglielo, ma Kagome si rifiuta, non volendo che Inuyasha scappi via ancora. Kagome quindi dice ad Inuyasha di andare a cuccia molto dolcemente, causando il solito schianto al suolo di Inuyasha.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]