Intersections

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Intersections
Intersections.jpg
Una scena del film.
Titolo originale Intersections
Lingua originale inglese, francese, arabo
Paese di produzione Francia
Anno 2013
Durata 101 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2.35 : 1
Genere thriller
Regia David Marconi
Soggetto David Marconi
Produttore Luc Besson, Gareth Upton
Produttore esecutivo Belloq Bénédicte
Casa di produzione EuropaCorp
Fotografia Thomas Hardmeier
Montaggio Julien Rey
Effetti speciali Guillaume Colas, Guy Monbillard, Benoît Squizzato, Charles-Axel Vollard, Clément Wintz, Olivier Zenenski
Musiche Richard Horowitz
Trucco Olivier Afonso, Guillaume Castagné, Lucas Coulon, Nicolas Herlin, Laetitia Hillion, Frédéric Lainé
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Intersections è un film del 2013 scritto e diretto da David Marconi. Il film è interpretato da Roschdy Zem, Jaimie Alexander e Frank Grillo.

In Italia è stato trasmesso in prima visione su Rai 4 il 7 gennaio 2014[1].

Trama[modifica | modifica sorgente]

Taylor e Scott Dolan, freschi sposi, sono in luna di miele in Marocco, dove la donna progetta di uccidere il ricco marito con l'aiuto del proprio amante, Travis. Il piano, però, sfuma quando vengono coinvolti, insieme ad altre persone, in un incidente su una strada sperduta nel deserto. Il gruppo di sopravvissuti, che include anche il contrabbandiere ricercato Omar, una donna francese, Audrey, con un bambino malato, e Saleh, un misterioso "riparatore", si imbarca in un viaggio per uscire dal deserto, che culmina in un suq di Essaouira.[2]

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Intersections segna il ritorno di David Marconi alla regia, venti anni dopo The Harvest. Brooklyn Decker e Gemma Arterton furono considerate per il ruolo di Taylor Dolan, ma venne infine scelta Jaimie Alexander.[3]

Le riprese cominciarono a febbraio 2012 in Marocco[4] e durarono un mese e mezzo. Il film è recitato principalmente in lingua inglese, con brevi spezzoni in arabo (quando interagiscono Moussa Maaskri e Roschdy Zem) e francese, per gli scambi di battute tra i personaggi di Roschdy Zem, Marie-Josée Croze e Carlos Leal. La scena dell'incidente stradale è stata filmata senza effetti speciali, utilizzando fotocamere DSLR installate nell'abitacolo delle automobili.[5]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Inizialmente programmato per novembre 2012[5], Intersections fu distribuito in Francia il 30 gennaio 2013 in 304 cinema[6], dopo una première, avvenuta il 25 gennaio, all'UGC Ciné-Cité Rosny-sous-Bois fuori Parigi, a cui parteciparono Roschy Zem e Marie-Josée Croze.[7] In Belgio il film fu distribuito una settimana più tardi, il 6 febbraio, in 15 cinema.[8]

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Incassi[modifica | modifica sorgente]

Al botteghino francese, il film debuttò al dodicesimo posto, dietro ad altri cinque film distribuiti nella stessa settimana (tra cui Lincoln, Il lato positivo - Silver Linings Playbook e 7 psicopatici) e guadagnando poco più di 260mila euro, con una media di 871 euro per cinema[6], attraendo 52.485 spettatori.[9] Al botteghino belga, invece, il film debuttò al diciannovesimo posto, dietro ad altri cinque film distribuiti nella stessa settimana (tra cui Hitchcock e Hansel & Gretel - Cacciatori di streghe) e guadagnando poco più di 26mila euro, con una media di 1.750 euro per cinema.[8] Al 3 marzo 2013, Intersections aveva guadagnato poco più di 300mila euro in totale.

Critica[modifica | modifica sorgente]

Intersections ha ricevuto critiche principalmente negative in Francia. Scrivendo per Critikat, Vincent Avenel giudicò la sceneggiatura "incoerente", sentimento condiviso anche da François Barge-Prieur di Les Fiches du Cinéma.[10] Avenel continuò ritenendo la pellicola "assurda" e "vuota", criticando l'abbondanza di pubblicità indiretta e trovando nella bellezza di Jaimie Alexander l'unica nota positiva.[11] Su Le Monde, Jacques Mandelbaum disse che il lungometraggio era la "versione reality show" di un film di sopravvivenza, mentre in Version Femina, Anne Michelet lamentò la mancanza di tensione.[12]

Una rara recensione positiva arrivò da Staragora, che lodò i numerosi colpi di scena e i personaggi tutt'altro che perfetti, oltre ad affermare che il film era "uno di quelli che si ricordano per settimane dopo averli visti".[13]

Edizioni home video[modifica | modifica sorgente]

Intersections è uscito in DVD e Blu-ray in Francia, in edizione estesa, il 30 maggio 2013. Negli Stati Uniti è uscito invece il 28 gennaio 2014, sotto il titolo di Collisions.[14]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Stasera su Rai 4 il thriller francese, 7 gennaio 2014. URL consultato l'8 gennaio 2014.
  2. ^ (EN) Nancy Tartaglione, David Marconi To Direct Frank Grillo In EuropaCorp’s ‘Intersection’, Deadline, 3 febbraio 2012. URL consultato il 2 agosto 2012.
  3. ^ (EN) Justin Kroll, Jaime Alexander heads to 'Intersection', Variety, 8 febbraio 2012. URL consultato il 2 agosto 2012.
  4. ^ Brian Gallagher, Jaimie Alexander Takes Intersection, Movie Web, 8 febbraio 2012. URL consultato il 2 agosto 2012.
  5. ^ a b (FR) Anecdotes, potins, actus, voire secrets inavouables autour de "Intersections" et de son tournage!, AlloCiné, 30 gennaio 2013.
  6. ^ a b (EN) France Box Office January 30–February 3, 2013, Box Office Mojo, 4 febbraio 2013.
  7. ^ (FR) Avant-Première UGC Rosny, Facebook, 29 gennaio 2013.
  8. ^ a b (EN) Belgium Box Office February 6–10, 2013, Box Office Mojo, 11 febbraio 2013.
  9. ^ (FR) Les chiffres du Box Office, semaine par semaine, pour le film "Intersections"., AlloCiné, 6 febbraio 2013.
  10. ^ (FR) Critiques Presse, AlloCiné, 30 gennaio 2013.
  11. ^ (FR) Vincent Avenel, Pâté Marconi: Intersections, Critikat, 5 febbraio 2013.
  12. ^ (FR) Intersections: critiques, Premiere, 30 gennaio 2013.
  13. ^ (FR) "Intersections" de David Marconi: Un thriller violent plein de suspense, Staragora, 28 gennaio 2013.
  14. ^ (EN) Luc Besson-produced ‘Intersections’ gets released as ‘Collision’, 8 novembre 2013. URL consultato il 13 dicembre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema