Interporto di Parma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Interporto di Parma, conosciuto anche come CePIM, dal nome della società per azioni che lo ha realizzato, è un'infrastruttura dedicata alla logistica e al trasporto, con una vocazione specifica al trasporto intermodale e alla promozione della modalità ferroviaria. Si tratta di un complesso sistema di strutture, impianti e infrastrutture di raccordo che coprono una superficie complessiva di oltre 2,5 milioni di metri quadrati e consentono la ricezione, la custodia, la manipolazione e lo smistamento delle merci.

Dettagli[modifica | modifica sorgente]

L'interporto di Parma sorge a Bianconese di Fontevivo, all'incrocio tra l'Autostrada A1 e il raccordo autostradale dell'A15 Parma-La Spezia, lungo l'asse ferroviario Milano-Bologna, in corrispondenza del corridoio ferroviario-autostradale Tirreno-Brennero. Inoltre, l'infrastruttura si trova nelle immediate vicinanze dell'aeroporto di Parma.

All’interno del perimetro interportuale di Parma operano molte aziende specializzate nel settore della logistica, dei trasporti e della distribuzione. Tra i servizi disponibili vi sono un terminal container e un'area intermodale, fasci binari per il carico-scarico di container e casse mobili, uffici della Dogana e di operatori ferroviari, magazzini ed aree scoperte di stoccaggio, parcheggi dedicati ed aree di manovra. Inoltre, vi si trovano servizi alla persona come uffici direzionali, ristorante, sportello bancario, hotel, bar e ristorante, hot spot Wi-Fi.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti