Interpol

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il gruppo musicale omonimo, vedi Interpol (gruppo musicale).
Organizzazione Internazionale della Polizia Criminale - INTERPOL
ICPO-INTERPOL
(EN) The International Criminal Police Organization
(FR) Organisation Internationale de Police Criminelle
(ES) Organización Internacional de Policía Criminal
(AR) منظمة الشرطة الجنائية الدولية
Organizzazione Internazionale della Polizia Criminale - INTERPOL
l'emblema usato dal 1950
Abbreviazione (EN) ICPO
(FR) OIPC
Tipo organizzazione internazionale
Fondazione 1923 (1946)
Fondatore Johannes Schober
Scioglimento (1938)
Sede centrale Francia Lione
Area di azione 190 nazioni nel mondo[1] Map of the member states of Interpol.svg
Segretario Generale Stati Uniti Ronald K. Noble
Lingue ufficiali inglese, francese, spagnolo, arabo
Sito web
La sede dell'Interpol a Lione

L'Interpol, il cui nome completo è Organizzazione Internazionale della Polizia Criminale - INTERPOL, è un'organizzazione internazionale dedita alla cooperazione di polizia e al contrasto del crimine internazionale.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nata nel 1923 a Vienna come International Criminal Police Commission, nel 1946 adottò come indirizzo telegrafico Interpol, contrazione delle parole della lingua inglese international police (polizia internazionale), e dieci anni più tardi cambiò la denominazione ufficiale in The International Criminal Police Organization – INTERPOL, spesso abbreviata in ICPO-INTERPOL[2].

Struttura[modifica | modifica sorgente]

In ogni paese membro dell'organizzazione, è presente un ufficio centrale di polizia internazionale, che collabora con le altre sezioni, con i corpi locali di polizia e con il Segretariato generale di Lione per la ricerca di chi ha commesso reati all'estero, o vi si è trasferito, e per la repressione della criminalità operante su scala internazionale.

Non avendo propri agenti operativi, il ruolo dell'Interpol è puramente coordinativo.

Le abbreviazioni ufficiali sono[2]:

  • O.I.P.C. sigla di Organisation Internationale de Police Criminelle, dal francese
  • I.C.P.O. sigla di International Criminal Police Organization, dall'inglese

Cronologia degli eventi più importanti[modifica | modifica sorgente]

  • 1914: Primo congresso internazionale della polizia criminale tenuto nel Principato di Monaco
  • 1923: Creazione della Commissione Criminale Internazionale della Polizia (ICPC) con sede a Vienna
  • 1942: Sotto il controllo dei nazisti, l'ICPC si sposta a Berlino e molti paesi escono dall'organizzazione.
  • 1945: L'ICPC cessa di esistere.
  • 1946: Il Belgio conduce la ricostruzione dell'organizzazione, la nuova sede è a Parigi. Interpol è il nome scelto per indirizzo telegrafico.
  • 1949: Condizione consultiva assegnata dalle Nazioni Unite e approvazione dell'emblema e della bandiera dell'Interpol.
  • 1956: A norma di una costituzione completamente modernizzata, l'ICPC si trasforma nell'organizzazione internazionale della polizia criminale - INTERPOL, abbreviato ICPO-INTERPOL o Interpol.
  • 1971: L'Interpol è riconosciuta come organizzazione intergovernativa dalle Nazioni Unite.
  • 1989: Inaugurazione di nuovo segretariato generale dell'Interpol a Lione
  • 2006: Aderiscono all'Interpol 186 nazioni.
  • 2008: Lo Stato del Vaticano entra a far parte dell' Interpol

Paesi aderenti[modifica | modifica sorgente]

Di seguito sono elencati tutti i Paesi aderenti all'Interpol.
In carattere corsivo sono evidenziati i territori che ospitano soltanto dei sub-uffici.

Paesi non aderenti[modifica | modifica sorgente]

Mappa degli Stati aderenti all'Interpol

Palau Palau
Isole Salomone Isole Salomone
Kiribati Kiribati
Micronesia Micronesia
Tuvalu Tuvalu
Vanuatu Vanuatu
Corea del Nord Corea del Nord
Taiwan Taiwan
Groenlandia Groenlandia

L'Interpol nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.interpol.int/Member-countries/World
  2. ^ a b INTERPOL's distinctive signs

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]