Internet2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Internet2 o UCAID (University Corporation for Advanced Internet Development) è un consorzio no-profit che sviluppa tecnologie e applicazioni avanzate per la rete, spesso per trasferimenti ad alta velocità di trasmissione.

Viene gestito da 207 diverse università statunitensi e fanno parte anche numerose industrie specializzate nel settore (come AT&T, Intel, Sun Microsystems e Cisco Systems), Qwest Communication International (finanziatrice del progetto) e National Science Foundation che già dal 1980 sponsorizzò varie università per la realizzazione di reti proprie.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Alcune delle tecnologie sviluppate prevedono anche connettività IPv6, IP multicasting e QOS (quality of service). Il consorzio si è posto anche altri obiettivi da sviluppare negli anni futuri quali facilitare la creazione, lo sviluppo e la messa in opera di un’infrastruttura di comunicazione affidabile e capace di supportare una Qualità del Servizio (QoS) adeguata alle richieste della comunità accademica e della ricerca in genere, supportare la realizzazione e l’adozione di applicazioni avanzate, promuovere sperimentazioni sulla nuova generazione di tecnologie e servizi della comunicazione, fornire servizi di appoggio al sistema educativo per l’insegnamento a distanza e al sistema sanitario per diagnosi remote, catalizzare la collaborazione con organizzazioni statali e private per incoraggiare il trasferimento di queste tecnologie da Internet2 ad internet.

I membri di Internet2 hanno creato la Abilene Network e sono i maggiori sostenitori del progetto National LambdaRail. Nell'ottobre 2007 il consorzio ha comunicato di aver portato tutte le dorsali della rete a 100 Gbit/s rendendo Abilene Network la più veloce rete geografica del pianeta.[1]

Considerazioni su Internet2[modifica | modifica wikitesto]

Alla luce dei recenti fatti, le denunce della RIAA contro alcuni studenti che utilizzavano la nuova rete Abilene per scambiarsi file protetti da copyright, c'è stato un errore commesso dai media sull'uso del termine "Internet2".

Infatti molte persone considerano Internet2 come una nuova rete fisica che collega milioni di computer in tutto il mondo, non considerando che Internet2 è solo un consorzio. Il motivo di questo errore è imputabile a una nuova generazione dei backbone di Internet, chiamandolo appunto Internet2.

È buona abitudine quindi di usare il termine Abilene Network per considerare la nuova rete telematica, una rete aperta, facilmente accessibile e raggiungibile in qualche modo dalla rete Internet.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Su Internet2 il futuro corre a 100Gbps, Punto Informatico, 11 ottobre 2007. URL consultato l'11 ottobre 2007.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]