Internamento dei tedeschi negli Stati Uniti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La mappa dei luoghi dove sono stati internati cittadini americani di origine tedesca

L'Internamento dei tedeschi negli Stati Uniti è un fenomeno avvenuto durante la prima guerra mondiale tra il 1917 e il 1919 e durante la seconda, tra il 1939 e il 1946, e ha riguardato una parte dei tedeschi, considerati come possibili nemici.

A differenza degli americani di origine giapponese, che sono stati internati durante la seconda guerra mondiale, questi internati non hanno mai ricevuto scuse o risarcimenti.[1]

Seconda guerra mondiale[modifica | modifica sorgente]

Nel 2005, un gruppo di attivisti ha formato un'associazione che si occupa di valutare le violazioni dei diritti civili commessi dal governo nei confronti dei suoi cittadini di origini tedesche nel corso della seconda guerra mondiale.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Italian Americans working to keep story of WWII mistreatment alive in Philadelphia Inquirer, 7 novembre 1999, p. C1.
  2. ^ German American Internee Coalition "About Us". URL consultato il 4 aprile 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]