Intermezzo (film 1939)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Intermezzo
Intermezzо (film 1939).png
Una scena del film
Titolo originale Intermezzo: A Love Story
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1939
Durata 70 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere sentimentale
Regia Gregory Ratoff
Sceneggiatura George O'Neil
Produttore David O. Selznick

Leslie Howard (associato)

Casa di produzione Selznick International Pictures
Distribuzione (Italia) Generalcine (1941)
E.N.I.C. (1947)
Globe Films (1958)
Fotografia Gregg Toland
Musiche Max Steiner; tema originale di Heinz Provost
Scenografia Lyle R. Wheeler

Casey Roberts (arredamenti)

Costumi Travis Banton e Irene costumi per Miss Bergman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Ridoppiaggio del 1958:

Intermezzo (Intermezzo: A Love Story) è un film del 1939 diretto da Gregory Ratoff.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Holger Brandt, violinista felicemente sposato, tornando a casa dopo una lunga tournée, conosce Anita Hoffman, l'insegnante di pianoforte di sua figlia, e le propone di diventare sua accompagnatrice. Tra i due nasce una relazione sentimentale e il musicista abbandona la famiglia. Ma proprio sua figlia, che rischia di morire per un incidente, lo costringe a tornare e a dimenticare la storia d'amore.

Il film è un rifacimento dell'omonimo film in lingua svedese, diretto da Gustaf Molander tre anni prima, con Ingrid Bergman nel medesimo ruolo di protagonista.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu prodotto dalla Selznick International Pictures.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Venne distribuito dall'United Artists e fu presentato a New York il 6 ottobre 1939[1]. Il film uscì nelle sale italiane nel dicembre 1941 e rimase nelle sale per quasi tutto il 1942, distribuito dalla Generalcine. Nel 1947 venne ridistribuito dalla E.N.I.C. col titolo Addio per sempre (Intermezzo). Venne distribuito una terza volta, col primo titolo Intermezzo, nel 1958 dalla Globe Films International; in occasione di questa riedizione il film venne ridoppiato, doppiaggio sempre utilizzato in seguito nelle messe in onda televisive e per il mercato di distribuzione su supporti casalinghi. Il primo doppiaggio risulta al momento irreperibile.

Edizione italiana e azioni legali[modifica | modifica sorgente]

In data 8 luglio 1952 la casa produttrice del film, la Selznick International Pictures, dispose che tutto il materiale cinematografico delle versioni italiane di sua produzione venisse depositato presso la società Ital Atlantic Express a Roma, tra cui il negativo di Intermezzo. Successivamente nel maggio 1953 la Selznick depositò presso la stessa società altro materiale recuperato a Torino in seguito ad azione giudiziaria espletata per inibirne la distribuzione abusiva; tra questi 10 copie di Intermezzo. Tali copie, ritenute in gravi condizioni di deteriorazione dalla società italiana, vennero dalla stessa distrutte col permesso della casa di produzione. Circa un anno dopo, la Selznick richiese alla Ital Atlantic Express la consegna del negativo in lingua italiana per l'utilizzo commerciale, ma con sua sorpresa dovette apprendere che a causa di un errore di uno degli impiegati della Ital Atlantic Express, questo era stato distrutto, contrariamente alle istruzioni della casa produttrice, insieme alle copie positive fuori uso.
Poiché le lunghe trattative con l'Ital Atlantic Express per il risarcimento del danno non portarono ad un'amichevole componimento della vertenza, la Selznick International Pictures intentò una causa civile verso la società italiana presso il Tribunale di Roma. A causa di questo avvenuto il doppiaggio italiano originale del 1941 andò perduto, per cui, al termine dell'esito giudiziario, si dovette procedere alla creazione di un nuovo doppiaggio.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ IMDb release info
  2. ^ Domanda di revisione della terza edizione del film su cinecensura.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema