Intaglio vegetale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Intaglio con finocchio e porro

L'intaglio vegetale è una forma di arte che permette di ricavare da frutta e verdura, figure come fiori, uccelli ed altro ancora.

Le origini[modifica | modifica wikitesto]

Le origini della scultura vegetale sono controverse: molti pensano che l'arte abbia avuto inizio a Sukothai, Thailandia 700 anni fa, mentre secondo alcuni, le radici affondano durante la Dinastia Tang (AD 618-906 ) e la dinastia Sung (AD 960-1279) in Cina.

Anche il Giappone ha diversi legami, tanto che l'arte dell'intaglio di frutta e verdura, viene chiamato Mukimono in giapponese. Secondo il libro "Contorni giapponese, l'antica arte del Mukimono", di Yukiko e Bob Haydok, cominciò nei tempi antichi quando il cibo veniva servito su ceramica terracotta non smaltata. Questi piatti grezzi erano coperti da foglie e gli chef si resero conto che il taglio o la piegatura della foglia poteva essere fatta in modi diversi tanto da creare una presentazione più attraente. Il Mukimono non divenne popolare fino al XVI secolo, il periodo Edo, quando ottenne un riconoscimento ufficiale. Da quel momento l'arte si è sviluppata tanto da diventare una parte importante nella formazione di ogni chef giapponese.

Oggi l'intaglio è conosciuto e praticato in tutto il mondo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]