Inserviente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Inserviente, hai mai desiderato di essere diverso in ogni aspetto?

No, sono un vincitore. »

(Elliot e l'inserviente)
Inserviente
Inserviente Scrubs.png
Universo Scrubs - Medici ai primi ferri
Nome orig. Janitor
Lingua orig. Inglese
Soprannome

Inserviente
Spazzolone (dal dottor Cox)
Lurch (da J.D.)
Mocio Vileda (da Carla, nella quinta stagione) Capitan stura (infermiere 2 piano) Spazzolone Spaziale (Robert Kelso)

Autore Bill Lawrence
1ª app. in Il mio primo giorno
Ultima app. in Il nostro primo giorno di scuola
Interpretato da Neil Flynn
Voce italiana Nino Prester
Sesso Maschio
Professione Inserviente al Sacred Heart Hospital Per le prime otto stagioni

L'inserviente (The Janitor) è un personaggio della serie televisiva statunitense Scrubs - Medici ai primi ferri, interpretato da Neil Flynn.

Profilo[modifica | modifica sorgente]

L'inserviente è sicuramente il personaggio più particolare dell'universo di Scrubs. Nessuno sa come si chiami veramente ed è conosciuto da tutti solo come l'inserviente, visto che nessuno si è mai chiesto quale sia veramente il suo nome. Lui invece conosce il nome di tutti i 310 medici dell'ospedale, come si evince nell'episodio La mia crisi di identità, ma chiama quasi tutti con dei nomignoli come fa il dottor Cox.

L'inserviente è solito torturare gli specializzandi e gli altri inservienti; in particolare, la sua vittima preferita è John Dorian, ma anche il chirurgo Christopher Turk[1]. L'inserviente ha avuto anche una breve parentesi, nella terza serie, come membro della sicurezza dell'ospedale, ma è poi tornato a fare l'inserviente per motivi d'orgoglio. Nella sesta serie, inoltre, si fa assumere come cameriere nella caffetteria fuori dall'ospedale. Nella settima diventa invece ufficiale ecologista ma si autolicenzia dopo 36 ore. L'unico membro dell'ospedale che l'inserviente teme è Carla.

In alcuni episodi mostra di conoscere lo spagnolo, il coreano e la lingua dei segni.

Il nome dell'inserviente[modifica | modifica sorgente]

Nella puntata undici della quinta serie, sembrava che il nome dell'inserviente fosse stato finalmente svelato, visto che un suo collega sembra dire «nice one, Tom» («bel colpo, Tom»); la cosa è stata però smentita: la frase esatta sarebbe «nice, you tell him» («bravo, cantagliele»), come d'altronde si evince dagli stessi sottotitoli inglesi del DVD.

Nella settima stagione egli cita inoltre diversi modi in cui viene chiamato, tra cui Josh, ma non viene confermato il nome, rimanendo per un'altra stagione come anonimo inserviente. Nell'ultima puntata decide di rivelare il proprio nome a J.D. e gli spiega che non gliel'ha mai detto perché non glielo aveva mai chiesto: Glenn Matthews. J.D. lo saluta allora per l'ultima volta dicendo «a presto, Glenn Matthews», poi si gira e va via, a quel punto arriva un infermiere che rivolgendosi all'inserviente esclama «ciao Tommy», il che fa capire che ancora una volta ha ingannato J.D.. Tuttavia Bill Lawrence ha confermato che Glenn Matthews è il suo vero nome e Tommy è solo un nomignolo datogli dai suoi colleghi. Durante la serie viene spesso soprannominato Lurch.

Famiglia[modifica | modifica sorgente]

Da giovane l'inserviente era convinto che sua nonna fosse sua madre e che sua madre fosse sua sorella (fatto ispirato alla reale famiglia di Jack Nicholson). Dice di avere una matrigna per un quarto Inuit, sostenendo così di avere ascendenze eschimesi. Dice anche a J.D. e Turk di avere un fratello di nome Rosco, cosa che poi si rivela falsa perché è lo stesso inserviente che si travestiva. Inoltre dice di avere un fratello adottivo che aveva una relazione con la sua madre biologica

Racconta a J.D. di avere una moglie con sole tre dita (il pollice e il mignolo della mano destra e l'indice della mano sinistra), e di avere un figlio con la paura del palcoscenico. Dice, inoltre, di essere andato in Cina e di avere avuto un figlio con una donna del posto. Nell'ottava serie si sposa con Lady (Kit Pongetti).

Il mondo degli inservienti[modifica | modifica sorgente]

L'inserviente sembra essere a capo di una vera e propria casta degli inservienti, che vivono in un vero e proprio mondo parallelo a quello dell'ospedale. Essi si recano al lavoro insieme, si conoscono tutti e periodicamente eleggono un loro presidente.

L'improvvisazione[modifica | modifica sorgente]

La caratteristica più importante del personaggio è sicuramente che l'attore che lo interpreta, Neil Flynn, improvvisa quasi tutte le battute. Gli viene presentato il copione con la traccia della scena e gli viene data carta bianca sulle battute da recitare. Questo fatto è diventato uno dei caratteri salienti della sitcom, e ogni scena con l'inserviente viene ripetuta circa tre volte perché gli attori scoppiano a ridere[2].

L'inserviente e Il fuggitivo[modifica | modifica sorgente]

Neil Flynn, che interpreta l'inserviente, nel 1993 ha avuto un piccolo ruolo nel film Il fuggitivo.

Questo fatto è stato alla base della trama dell'episodio della terza stagione La mia amica medico, dove J.D., interrogandosi sulla vera identità dell'inserviente, vede Il fuggitivo e scopre il suo presunto passato d'attore.

Nel decimo episodio dell'ottava stagione, quando Carla fa credere all'inserviente di riempire la sua vita con assurde fantasie questo le dice che non è più sicuro di essere andato in Cina, di aver avuto un figlio e di aver recitato nel film Il fuggitivo.

Il Club dei Cervelloni[modifica | modifica sorgente]

Spesso e volentieri l'inserviente è spalleggiato nelle sue fantasiose imprese da individui come Troy, l'addetto alla mensa, e Randall, un inserviente nano che lo batte sempre a lotta e lo ha battuto alle elezioni sindacali degli inservienti. Questi individui vengono chiamati dall'inserviente "Club dei Cervelloni". I Club dei Cervelloni, che hanno nell'inserviente un leader assoluto, sono due differenti:

  • Il primo è formato unicamente da personale ospedaliero che è chiamato da lui anche come "Cervelloni Uniti":
    1. Randall, l'inserviente nano
    2. Troy, l'addetto alla mensa
    3. Margot detta "la Pazza", una donna piuttosto anziana di cui non si sa molto, a parte che lavora in ospedale, ha venduto i suoi figli e che sua madre vive su un albero.
  • Il secondo, i cui membri sono stati scelti a caso dall'inserviente (si è seduto in un tavolo a caso e ha ordinato che tutti si concentrassero su di lui) formato da:
    1. Ted Buckland, l'avvocato calvo e sempre sudato con tendenza suicide
    2. Todd Quinlan, chirurgo pervertito con celate tendenze bisessuali
    3. Dough Murphy, medico imbranato e in seguito patologo all'obitorio del Sacro Cuore stesso
    4. Lloyd, il fattorino, che ha problemi di droga e ama lo speed metal.

The Coolcats e gli Oplalà[modifica | modifica sorgente]

Gli Oplalà sono un gruppo fondato dall'inserviente. Il gruppo è nato per via di un malinteso tra Elliot e l'inserviente e lui si è inventato di essere il leader di un terzetto vocale. I membri da lui scelti per la commedia sono tra le sue abituali frequentazioni:

  • Randall, l'inserviente nano
  • Troy, l'addetto alla mensa

Alla fine dell'episodio, Elliot organizza una competizione tra gli Oplalà e The Blanks, il quartetto vocale capeggiato da Ted Buckland, l'avvocato dell'ospedale. Gli Oplalà riescono a competere senza alcuna preparazione con i The Blanks con la versione a cappella di Barbra Ann dei Beach Boys.

I CoolCats sono una air band fondata da Ted e dall'inserviente nell'episodio I miei duemila metri quadri. I membri sono:

  • Ted Buckland alla chitarra elettrica
  • Lloyd, il fattorino alla batteria
  • Chris Turk alla voce
  • L'inserviente al basso elettrico

Inizialmente la band aveva considerato anche Todd Quinlan nel ruolo di Turk. La band aveva incontrato problemi quando il Dottor Kelso aveva bandito le air band perché Turk gli aveva mancato di rispetto. Dopo le scuse di Turk, Kelso rimuove il divieto.

Rapporti con gli altri personaggi[modifica | modifica sorgente]

John Dorian[modifica | modifica sorgente]

J.D. è il principale bersaglio dell'inserviente. Fin dal primo episodio, quando attribuisce al giovane specializzando la colpa del blocco di una porta (fatto poi confermato dallo stesso J.D. nell'ultimo episodio dell'ottava stagione, quando riconosce che il blocco avvenne a causa di una monetina cadutagli inavvertitamente di tasca e che finì nella porta), l'inserviente si industrierà per rendere la vita al dottore sempre più difficile, passando da più o meno fini insulti verbali a vere e proprie torture fisiche. Questa tortura si interromperà brevemente quando il Dottor Townsend[3], amico dell'inserviente, gli chiederà di lasciare in pace il dottore, per riprendere quando Townsend sarà licenziato a causa dello stesso J.D..

Elliot Reid[modifica | modifica sorgente]

L'inserviente era innamorato della dottoressa Reid, ed inizialmente era deciso a sposarla, anche se non conosceva il suo nome e si ostinava a chiamarla «dottoressa bionda». È proprio imparando il suo nome che l'inserviente dimostra di provare dei sentimenti verso Elliot, che d'altronde è l'unica che lo tratta come una persona. Per questa ragione Elliot avrà sempre un trattamento di favore dall'inserviente, che la aiuterà anche ad ottenere una borsa di studio. Nella quinta, sesta e settima stagione, tuttavia, l'inserviente sembra perdere interesse per la dottoressa Reid.

Christopher Turk[modifica | modifica sorgente]

Essendo il migliore amico di J.D., quando l'inserviente non ha più armi per tormentarlo passa a tormentare Turk, il quale però risulta essere un bersaglio più ostico. L'inserviente se la prende con Turk quando lui, per ringraziare J.D., farà incolpare l'inserviente di aver lasciato per tutto l'ospedale impronte blu di mani. In un altro caso lo fa perché Turk si definisce "a prova di bomba" e l'inserviente si impegna per smentirlo; ancora, quando Turk un giorno lascia cadere a terra una gomma da masticare usata, l'inserviente si vendicherà.

Carla Espinosa[modifica | modifica sorgente]

L'infermiera Espinosa è l'unica persona dello staff di cui l'inserviente abbia paura. Quando tentò di prenderla in giro, Carla rispose in modo così aggressivo da incutere un reverenziale timore nell'inserviente, tanto che J.D. in una fantasia si travestirà da Carla per porre fine ai suoi tormenti, ma verrà scoperto per via del fatto che non conosce lo spagnolo.

Perry Cox[modifica | modifica sorgente]

Il dottor Cox e l'inserviente sono simili, ma non per questo amici. Un esempio dell'animosità che corre tra i due è quando il dottor Cox, scoperta la cotta dell'inserviente nei confronti di Elliot, scommetterà la sua Porsche contro il furgone dell'inserviente che egli non riuscirà ad avere una storia con lei. Una volta vinto distruggerà il furgone sotto gli occhi dell'inserviente. Solo nella quinta stagione, nell'episodio Il trastullo della mia amica, i due stringeranno una grande amicizia chiacchierando al bar e coalizzandosi nel torturare J.D., ma per motivi di orgoglio l'inserviente non vuole mostrarsi amico di un medico davanti ai suoi colleghi. I due rimarranno in seguito solamente compagni di bevute, ma mostreranno un reciproco rispetto, maggiore di quello iniziale.

Inesattezze[modifica | modifica sorgente]

Nella versione italiana, nei due episodi finali dell'ottava stagione l'inserviente porta al collo la monetina con cui J.D. avrebbe volontariamente bloccato una porta, e che è stata alla base dei loro continui scontri. Tuttavia quando J.D. confessa l'accaduto (sostenendo che si trattava di un incidente), parla di una moneta che, cadendo, si sarebbe incastrata nella porta di un ascensore. Ma osservando l'episodio originale (Il mio primo giorno) si può vedere chiaramente che l'inserviente stava riparando una normale porta automatica. Nella versione originale invece non vi è nessun errore.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scrubs - Medici ai primi ferri: episodio 1x24, Il mio ultimo giorno (My Last Day).
  2. ^ Dai contenuti extra presenti dell'edizione DVD della prima stagione.
  3. ^ Scrubs - Medici ai primi ferri: episodio 2x14, Mio fratello, il mio guardiano (My Brother, My Keeper).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione