Ingrid Stöckl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ingrid Stöckl
Dati biografici
Nazionalità Austria Austria
Altezza 165 cm
Peso 64 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Slalom speciale, combinata
Squadra Union SK Tamsweg
Ritirata 1997
Palmarès
Mondiali 0 1 0
Mondiali juniores 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Ingrid Stöckl (Tamsweg, 28 marzo 1969) è un'ex sciatrice alpina austriaca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sciatrice eclettica, Ingrid Stöckl ottenne il suo primo risultato di rilievo il 20 gennaio 1986 in occasione dei Mondiali juniores di Bad Kleinkirchheim, in Austria, quando concluse 18ª in discesa libera. Nell'edizione seguente della stessa manifestazione, disputata nel 1987 a Sälen in Svezia, la sciatrice austriaca conquistò la medaglia d'oro in slalom speciale.

Si aggiudicò il primo podio in Coppa del Mondo il 14 gennaio 1990 sulle nevi di casa di Haus, piazzandosi terza in combinata alle spalle delle connazionali Petra Kronberger e Anita Wachter. All'inizio della stagione seguente, il 22 dicembre 1990, ottenne l'unico successo di carriera sul tracciato di Morzine in Francia, sempre in combinata.

Il 31 gennaio 1991, partecipando ai Mondiali di Saalbach-Hinterglemm, vinse la medaglia d'argento in combinata, giungendo seconda dietro alla svizzera Chantal Bournissen. Concluse l'attività agonistica il 18 dicembre 1997 sulla pista francese di Val-d'Isère classificandosi 44ª in supergigante.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali juniores[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 29ª nel 1991
  • 2 podi (entrambi in combinata):
    • 1 vittoria
    • 1 terzo posto

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
22 dicembre 1990 Morzine Francia Francia K

Legenda:
K = combinata

Campionati austriaci[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) ÖSV-Siegertafel. URL consultato il 25 giugno 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]